Innovazione: dalla Regione Lazio 20 mln tra bandi ICT e fondi Plus

Dalla Regione Lazio via libera a quasi 20 milioni di euro per l’innovazione tra fondi a bando e somme stanziate per interventi di enti locali.

“Questi ulteriori stanziamenti destinati a sostenere e promuovere a vario titolo l’innovazione nel Lazio – ha detto l’assessore regionale allo Sviluppo Economico e alle Attività Produttive, Guido Fabiani – sono il segno dell’attenzione di questa amministrazione per questo tema, che è centrale per il rilancio della nostra economia e per il miglioramento delle condizioni generali di vita e di lavoro delle nostre città e dei nostri territori. Si tratta di provvedimenti concreti e fattivi che dimostrano come, all’annuncio dei progetti e dei programmi, seguano i fatti”, ha concluso.

E’ stato infatti pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione il bando “Ict per tutti” da 10 milioni di euro. Il bando è rivolto alle imprese (già esistenti) e ha lo scopo di incentivare l’adozione di nuove strumentazioni e metodologie Ict (Information, and Communication Technologies). Il contributo massimo per ogni progetto (durata max. 12 mesi) è di 100.000 €. La grande novità di questo bando è che potranno parteciparvi, anche le attività commerciali e turistiche, attività che fino ad ora non hanno mai avuto accesso ai fondi Por-Fesr. Per quanto riguarda, invece i fondi destinati all’innovazione degli enti locali, è stato varato dalla Regione il provvedimento amministrativo che concede una somma complessiva di poco meno di nove milioni di euro (per l’esattezza 8.948.012 €) per lavori di riqualificazione, ammodernamento e innovazione in 12 Comuni medi e grandi della Regione (vedi tabella più sotto).

Si tratta di fondi di origine europea (Por-Fesr 2007-2013) destinati a Comuni che stanno realizzando progetti P.L.U.S. (Piani Locali e Urbani di Sviluppo) e orientati specificamente a far sviluppare alle Pubbliche Amministrazioni locali delle applicazioni Ict in grado di promuovere: la mobilità sostenibile; la riduzione delle emissioni di C02; la dematerializzazione degli atti amministrativi; lo sviluppo turistico; l’attivazione di reti wi-fi libere; l’installazione di impianti di videosorveglianza. I progetti dovranno essere avviati (pubblicazione della gara d’appalto) dai Comuni entro il 30 giugno 2014 e concludersi inderogabilmente entro il 30 settembre 2015.

Con questo ulteriore stanziamento le risorse complessivamente impegnate per i progetti P.L.U.S. nel Lazio ammontano a € 122.621.729.

Qui di seguito la tabella riassuntiva degli stanziamenti ai vari comuni, raggruppati per Province:

Comune

Attività I.7 POR FESR Lazio 2007-2013

Sub-attività B4 “Smart cities”

Aprilia

€ 831.384

Cisterna di Latina

€ 1.014.284

Fondi

€ 400.000

Formia

€ 1.380.000

Latina

€ 669.000

Rieti

€ 1.489.603

Albano

€ 122.000

Guidonia Montecelio

€ 258.514

Pomezia

€ 422.015

Roma Capitale

€ 1.230.000

Velletri

€ 600.000

Viterbo

€ 531.213

Totale

€ 8.948.012

Rispondi