Teatro

“In viva voce”, una call rivolta alle compagnie del Lazio non finanziate dal MIBACT

Un invito rivolto a compagnie ed artisti a pensare un ritorno in scena, utilizzando questo tempo di sospensione per progettare e per sperimentare nuovi meccanismi di comunicazione e relazione con il pubblico che nutriranno il percorso di ideazione attraverso l'incontro sul web

IN VIVA VOCE è un progetto a cura di Emanuela Rea, responsabile programmazione Teatro ragazzi di ATCL.

Un invito rivolto a compagnie ed artisti a pensare un ritorno in scena, utilizzando questo tempo di sospensione per progettare e per sperimentare nuovi meccanismi di comunicazione e relazione con il pubblico che nutriranno il percorso di ideazione attraverso l’incontro sul web.

ATCL – circuito multidisciplinare del Lazio con questo bando intende sostenere a livello promozionale e distributivo 3 compagnie del territorio che, attraverso il linguaggio del teatro e/o della danza e/o della musica, promuovano una ricerca innovativa su contenuti e modalità di approccio volti alla creazione di spettacoli pensati per le nuove generazioni. IN VIVA VOCE è rivolto quindi a quelle compagnie che hanno come priorità l’elaborazione di percorsi artistici originali pensati appositamente per fasce d’età, ognuna con esigenze tematiche, poetiche e linguistiche ben precise e con un immaginario in continua evoluzione. La possibilità di sperimentare con i linguaggi dell’arte è quindi l’attitudine per meglio accompagnare i giovani spettatori nell’incontro con il teatro facendo di ogni esperienza un percorso di crescita personale e di scoperta dello stupore della visione.

Questo periodo di quarantena ha visto tanta creazione di prodotti artistici pensati proprio per un nuovo modo di fruizione attraverso il tablet o lo schermo del pc, nati dalla necessità degli artisti di attivare un dialogo con il pubblico reso possibile dall’esistenza di tecnologie ormai di uso comune (smartphone) e dall’uso dei social network. Da queste esperienze che tutti noi abbiamo condiviso, ATCL ha deciso di partire per creare un nuovo dialogo con le compagnie del territorio laziale ma anche con il pubblico, creando un ponte di condivisione artistica tra loro, che sfocerà necessariamente in una forma dal vivo con 3 nuove produzioni.

I partecipanti dovranno presentare il progetto di spettacolo in forma scritta e video: tra tutte le proposte ne saranno selezionate 10. Alle compagnie ammesse alla seconda fase sarà richiesto di dialogare in 2 incontri in streaming sulla pagina facebook di ATCL con il pubblico e la giuria per scandagliare tematiche, processi di lavoro, linguaggi partendo dai materiali presentati in fase di iscrizione (progetto + video) e da ulteriori materiali sviluppati come segmenti di prove con interventi di max 10 minuti. La giuria sarà coadiuvata da Casa dello Spettatore, associazione che si occupa da anni di educazione alla visione e formazione del pubblico, che curerà un osservatorio formato da insegnanti e genitori, i quali parteciperanno al progetto in maniera attiva, interrogandosi sulle attese di un’opera destinata alle nuove generazioni.

A seguito di questi incontri, la giuria selezionerà 3 progetti vincitori a cui ATCL garantirà un cachet di 2000 euro per il debutto dello spettacolo in uno dei teatri programmati, scheda tecnica, comunicazione e promozione. Inoltre il pubblico potrà sostenere il progetto vincitore a cui si è appassionato diventando mecenate dello spettacolo attraverso la raccolta fondi su una piattaforma di crowdfunding.

IN VIVA VOCE – nuove tracce di teatro ragazzi si avvale della partnership di ATER FONDAZIONE – Circuito Regionale Multidisciplinare dell’Emilia-Romagna, ERT Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia e Casa dello Spettatore.

Che progetti cerchiamo

IN VIVA VOCE nasce dall’esigenza di sostenere concretamente 3 artisti/compagnie professioniste del territorio laziale, non finanziate dal FUS, stimolandole a pensare in maniera partecipativa il lavoro su una nuova produzione attraverso la realizzazione di materiali video, incontri con il pubblico e la giuria, e la condivisione di prove attraverso i social network, fino alla selezione e al debutto in teatro entro la stagione 2020-21.

Ogni soggetto può partecipare al presente bando con una sola proposta.

I progetti presentati devono possedere i seguenti requisiti:

– essere rivolti ad un pubblico compreso fra 3 e 14 anni;

– essere ancora in fase progettuale;

– essere aperto ad un inedito e avventuroso dialogo con pubblico e giuria attraverso dirette streaming sui social network;

– dimostrare una chiara esigenza di innovazione e ricerca drammaturgica e linguistica.

Saranno esclusi:

– le produzioni delle compagnie amatoriali (senza matricola Ex-Enpals);

– i soggetti che hanno percepito contributi FUS nel triennio 2018-2020;

– gli spettacoli che hanno già debuttato;

– i soggetti che non hanno sede legale nella regione Lazio.

Gli artisti e compagnie devono essere disponibili ad incontrare pubblico e giuria attraverso i social network, condividendo anche ulteriori materiali che possono essere utili per approcciare il lavoro artistico in essere e lo sviluppo del progetto.

Come partecipare

Per partecipare alla call IN VIVA VOCE sono richiesti i seguenti materiali:

– scheda di presentazione del progetto corredata da una breve biografia dell’artista/compagnia;

– progetto tecnico di massima che tenga conto possibilmente della relazione con il pubblico;

– video in formato mp4 inerente il pensiero artistico alla base del progetto: pensiamo a nuovi formati video e forme di narrazione che contemplino anche solo l’utilizzo dello smartphone nel tempo massimo di 3 minuti. Non trailer, no letture, no prove ma forme poetiche drammaturgiche compiute, pensate per essere approcciate nel piccolo formato dello schermo: i video saranno resi pubblici sui canali social di ATCL;

– indicazione della fascia d’età a cui sarà rivolto lo spettacolo;

– eventuali link a video e foto di spettacoli già realizzati;

– compilazione della liberatoria per l’uso dei materiali del progetto presentati in fase di iscrizione e del protocollo privacy allegati alla presente call;

– contatti del referente artistico e organizzativo della compagnia;

– dati societari dell’ente proponente.

Le proposte devono essere inviate per mail a comunicazione@atcllazio.it, dal 4 giugno 2020 ed entro il 4 luglio 2020.

La giuria

La giuria è composta da Mario Bianchi, direttore di EOLO | Rivista online di Teatro Ragazzi, Cira Santoro per ATER; Silvia Colle per ERT FVG; Tonio De Nitto, regista di Factory Compagnia; Emanuela Rea per ATCL.

Il giudizio della giuria è insindacabile.

La selezione

La selezione dei progetti pervenuti si attiverà in 3 fasi.

1 – sulla base dei materiali pervenuti la giuria individuerà 10 progetti entro il 9 luglio 2020: il risultato della prima fase sarà comunicato a tutti i partecipanti il 10 luglio 2020;

2 – dal 7 al 18 settembre le compagnie incontreranno la giuria e l’osservatorio a cura di Casa dello Spettatore attraverso 2 dirette streaming: nella prima si visionerà il video inviato in fase di selezione e si approfondiranno i temi della creazione con il referente artistico, nella seconda si entrerà nel merito del lavoro attraverso la visione di max 10 minuti di prove;

3- il 21 settembre 2020 la giuria decreterà 3 progetti vincitori per originalità, ricerca di linguaggi, capacità di affrontare i contenuti proposti in relazione alla fascia d’età a cui sarà rivolto lo spettacolo.

Ai progetti selezionati ATCL garantirà il debutto in uno dei teatri programmati in accordo con il Comune di riferimento, con cachet di 2000 euro (+IVA) e la scheda tecnica concordata, nell’arco della stagione 2020-21 (o in quella successiva qualora disposizioni in materia di contenimento dell’epidemia di Covid19 impedissero lo svolgimento regolare della programmazione teatrale). La campagna di comunicazione e promozione degli spettacoli per la data concordata sarà a carico di ATCL.

Inoltre per sostenere la progettualità delle compagnie selezionate ATCL promuoverà una campagna crowdfunding attraverso una piattaforma abilitata. Tutto il ricavato sarà devoluto alle compagnie.

Agli artisti/compagnie selezionati è richiesto di apporre su tutto il materiale promozionale e grafico dello spettacolo il logo di ATCL e la dicitura: Progetto vincitore di IN VIVA VOCE 2020.

per informazioni: comunicazione@atcllazio.it

Rispondi