Ricordi

In tanti per ricordare don Lino De Sanctis, monsignor Chiarinelli: «Esempio di educazione e solidarietà»

In tanti hanno partecipato nella Chiesa di San Francesco al ricordo di don Lino de Sanctis promosso dagli ex appartenenti alla Azione Cattolica "Aquile d'Argento".

Molti, tanti amici, hanno partecipato nella Chiesa di San Francesco al ricordo di don Lino de Sanctis promosso dagli ex appartenenti alla Azione Cattolica “Aquile d’Argento”.

Un gruppo che nell’immediato dopoguerra vivacizzò in maniera costante il Rione San Francesco con iniziative d’ogni genere soprattutto volte alla solidarietà verso le numerosissime famiglie povere, sotto la guida di don Lino che nel maggio 1944 assunse mandato dal vescovo Migliorini la guida di quella parrocchia.

Toccante l’omelia di monsignor Lorenzo Chiarinelli che ha ricordato il parroco-sacerdote come esempio di solidarietà e di educazione.

Con monsignor Chiarinelli hanno concelebrato la funzione religiosa don Francesco Salvi (figliuolo di un’Aquila d’Argento, Alfredo) e Padre Antonio Maria Tofanelli della fraternità di San Francesco.

Antonio Cipolloni ha introdotto la commemorazione ripercorrendo succintamente quegli anni, Ottorino Pasquetti ha ricordato i tanti amici purtroppo scomparsi.

Erano Presenti, con le famiglie, i nipoti di don Lino de Sanctis, Innocenzo e Francesco.

Tanta e sentita la partecipazione sia di appartenenti al’associazione, d i familiari di chi non è più tra noi e dei rappresentanti della Pia Unione di Sant’ Antonio di Padova della quale don Lino fu anche Cappellano.

Rispondi