Teatro

In partenza il primo viaggio teatrale di “Notturni delle città”

Giovedì 1 novembre parte il primo viaggio teatrale "Notturni delle città" del Teatro delle Condizioni Avverse all'interno del progetto di Residenza Multidisciplinare della Bassa Sabina Terrarte.

Giovedì 1 novembre parte il primo viaggio teatrale “Notturni delle città” del Teatro delle Condizioni Avverse all’interno del progetto di Residenza Multidisciplinare della Bassa Sabina Terrarte, finanziato dal MiBAC e dalla Regione Lazio (in attuazione delle disposizioni dell’art. 43 – “Residenze” del D.M. 27 luglio 2017), e del progetto finanziato ai sensi della Legge Regionale 26/2009 Avviso Pubblico finalizzato alla promozione dei Sistemi Museali, Bibliotecari e archivi Storici con la partecipazione del Sistema Bibliotecario dell’Unione dei Comuni della Bassa Sabina ed in collaborazione con le Biblioteche di Forano, Montopoli di Sabina e Poggio Mirteto.

Il progetto nasce da un’idea di Andrea Maurizi del Teatro Delle Condizioni Avverse di Poggio Mirteto (Rieti), realizzato con la consulenza artistica di Marco Baliani e Maria Maglietta, consulenza storica Roberto Lorenzetti (Archivio storico di Rieti).

Mercoledì 31 ottobre è prevista una speciale anteprima riservata esclusivamente agli addetti del settore e critici giornalisti.

I percorsi dei Notturni si ramificano come delle vere e proprie linee urbane, le stazioni sono le storie da raccontare ed i capolinea le biblioteche scelte come punto di partenza (e di arrivo) del viaggio.

Il primo percorso parte dalla Biblioteca Comunale “Angelo Vassallo” di Montopoli di Sabina dove, all’ora concordata, l’attore-narratore Alessandro Blasioli chiamerà a sé i passeggeri, li accompagnerà in macchina e comincerà il suo viaggio.
Le stazioni sono le soste del viaggio ovvero i momenti in cui l’attore – narratore ferma la macchina e racconta una storia nel luogo dov’è avvenuta; ci sono stazioni (o storie) dove si intersecano tutte le linee della città, stazioni più frequentate di altre oppure stazioni dimenticate. Tutte le linee terminano nel luogo da cui sono partite.

I “Notturni della città” sono viaggi-spettacolo in cui gli spettatori, vivono l’esperienza del viaggio come un racconto dal sapore cinematografico e poetico.
I notturni sono percorsi nella memoria delle città per narrare le utopie e i sogni degli ultimi, o dei poeti, e per raccontare storie di uomini del ‘900 che in quelle strade hanno combattuto contro un potere più grande di loro; storie di lotta, di Resistenza, di terrorismo, di mafia. Una riscoperta di storie scomode, storie “da dimenticare”, “storie sbagliate”. Storie da narrare sottovoce, nei luoghi dove sono accadute.

I notturni sono monologhi che verranno realizzati in automobile, un mezzo quotidiano che diventa ambientazione avvolgente, ovattata e intima di uno spettacolo avente come scenografia i vicoli, le piazze e i palazzi cittadini.
Un caleidoscopio mobile e invisibile da cui gli spettatori possono guardare il mondo senza essere visti, manovrato dal narratore stesso che proietta storie e visioni direttamente nelle strade in cui sono accadute, rendendo mutabili e sovversivi i percorsi ed i mezzi del nostro quotidiano.

PARTENZE DALLA BIBLIOTECA COMUNALE ANGELO VASSALLO DI MONTOPOLI DI SABINA
1, 2, 3 novembre ore 21,00
di Andrea Maurizi, con Alessandro Blasioli
DURATA: circa 2 ore. Gli spettacoli sono su prenotazione.

Per prenotazioni è possibile chiamare Andrea al 328.1125107 oppure scrivere una email a info@condizioniavverse.org

Per essere sempre aggiornati sulle nostre attività potete visitare il sito: www.condizioniavverse.org

Rispondi