In dialogo sull’Islàm in libreria

Il padre agnostico, il figlio credente, lo spirito che li unisce è l’interesse per l’uomo, per il mondo, per le culture e per le religioni.

Sono due profondi conoscitori dell’Islàm e hanno scritto un libro a quattro mani: “Dialogo sull’Islàm tra un padre e un figlio”, Fazi Editore, con introduzione di Franco Cardini, 386 pagine al costo di € 18.

Un testo in cui si incrocia la conoscenza sistematica della dottrina e della storia della religione islamica con l’esperienza di vita vissuta, calate nell’oggi delle molteplici domande che tutti si pongono sull’effettiva pericolosità di un credo come fonte di violenza o sulla stupidità di folli che strumentalizzano la religione per seminare terrore.

Alla presentazione del libro presso la Libreria Moderna, cuore culturale del centro cittadino in via Garibaldi, il padre di Dag, Alberto, affascinante signore di una certa età, introdotto dalla prof.ssa Celestini più orientata verso la visione di Dag, almeno su alcuni aspetti.

I due parenti stretti si sono confrontati su aspetti problematici dell’Islàm (la guerra santa, la condizione della donna, la verità religiosa) e quello che ne è uscito fuori è un dialogo profondo e complesso, messo su carta con un linguaggio semplice e divulgativo anche se preciso e puntuale.

Uno stile che ci insegna come confrontarci senza litigare, anche quando abbiamo posizioni tanto diverse.

Rispondi