Imprese: in arrivo 15 milioni. Primo bando per l’Accordo di Programma

È stato pubblicato il primo bando riguardante gli interventi previsti dalla legge 181 nell’area di crisi di Rieti nell’ambito dell’accordo di programma Regione Lazio-Mise. Le domande per l’accesso alle agevolazioni potranno essere presentate, decorsi i 90 giorni previsti dalla normativa sugli incentivi alle imprese, dal 13 gennaio al 12 febbraio 2016.

Invitalia e Lazioinnova organizzeranno, con il supporto dell’Amministrazione comunale di Rieti, presso la quale sarà aperto uno sportello di prima informazione, una serie di eventi, workshop, incontri con le imprese a partire dalla data dell’evento di apertura che è in corso di definizione e che si svolgerà comunque tra il 9 e il 16 novembre.

La fase preparatoria alla presentazione delle domande sarà una fase importante in cui le imprese potranno predisporre progetti, con l’assistenza dei tecnici ministeriali e regionali, in grado di poter superare con facilità la fase istruttoria, accelerando in questo modo i tempi della formazione delle graduatorie.

Refrigeri e Mitolo: «Il territorio avrà ora la sua possibilità di riscatto»

«Aspettavamo la pubblicazione del primo bando sull’Accordo di Programma e oggi, finalmente, è arrivato» dichiarano l’assessore regionale Fabio Refrigeri e il consigliere regionale Daniele Mitolo. «Sul sito di Invitalia è possibile visionare, nell’area dedicata, il documento al quale abbiamo lavorato con estrema collaborazione tra enti in questi mesi per dare nuovo slancio al sistema imprenditoriale, occupazionale ed economico del territorio tutto. Siamo solo all’inizio di un cammino importante al quale sarà affiancato quello della Regione per dare corpo all’Accordo che ha portato al riconoscimento di una manovra straordinaria per il Reatino, una manovra fatta da interventi per 15 milioni di euro in totale, dei quali 10 milioni di euro subito disponibili per grandi investimenti che superano 1,5milioni di euro».

«Il bando – precisano Refrigeri e Mitolo – sarà ora visionabile fino al termine dell’anno per poi passare alla fase operativa, quella che darà spazio alle proposte concrete delle aziende locali e non che decideranno di utilizzare i contributi a disposizione per consolidarsi o fare investimenti».

«Un atto decisamente importante che conferma quanto di buono predisposto considerando che in questi anni il territorio ha perso posizioni importanti e spessore economico che proviamo ora a recuperare con interventi mirati capaci di dare marginalità a chi ha deciso di scommettere nel Reatino. In seguito sarà la volta della Regione che entro ottobre metterà a bando 5 milioni di euro con una doppia linea di intervento: la prima prevede, con 4,5milioni di euro, la concessione di contributi a fondo perduto finalizzati a sostenere progetti di investimento, ricerca e innovazione tecnologica per micro, piccole e medie imprese e per la nascita di start up; la seconda, invece, prevede 500mila euro per il sostegno al credito. Il territorio – concludono dalla Regione – avrà ora la sua possibilità di riscatto».

Il Comune: risultato raggiunto in sinergia

«Si tratta di un importante traguardo – dichiarano a riguardo il sindaco Simone Petrangeli e l’assessore alle Attività produttive Emanuela Pariboniraggiunto grazie al lavoro svolto in sinergia da Regione Lazio, Mise, Comune di Rieti, associazioni di categoria e organizzazioni sindacali che consentirà nuovi investimenti sul territorio utili a dare risposte anche in termini occupazionali. L’auspicio è che le risorse che metterà a disposizione il Mise consentano di favorire il ricollocamento dei tanti lavoratori che in questi anni hanno perso il posto a causa delle gravi crisi aziendali che hanno investito il territorio».

D’Antonio (Fiom): vanno date risposte ai lavoratori

Positivo anche il commento da parte della Fiom. Come spiega il segretario Luigi D’Antonio, le organizzazioni sindacali rivendicavamo da anni un sistema di sostegno per l’industria reatina. «Adesso però queste risorse devono essere utilizzate per dare risposte a tutte quelle lavoratrici e lavoratori che si sono battuti per anni contro la desertificazione industriale del nostro territorio.

Inoltre vanno date risposte a tutte quelle vertenze industriali ancora aperte, Ritel in primis».

Melilli: «Non esiteremo a rafforzare gli stanziamenti»

«Comincia la stagione della reindustrializzazione e dell’uscita della crisi sistema industriale reatino grazie alla pubblicazione del primo bando dell’Accordo di Programma per il rilancio e sviluppo industriale dell’area del Sistema Locale del Lavoro di Rieti da parte del Ministero dello Sviluppo economico: uno stanziamento di 10 milioni di euro cui seguirà uno della Regione Lazio per ulteriori 5 milioni» precisa il deputato Fabio Melilli. «Non esiteremo a rafforzare gli stanziamenti se le imprese dovessero averne bisogno. Mi sembra doveroso ringraziare il ministro Federica Guidi e il presidente della Regione Nicola Zingaretti, ma una menzione particolare mi sento di riservarla al Comune di Rieti e, in particolare, al vicesindaco Emanuela Pariboni che con il loro paziente lavoro hanno reso possibile ottenere questo importante risultato per l’industria reatina».

Rispondi