Imprenditoria agricola: all’Arci lo sportello di orientamento

Migliorare l’occupabilità e favorire l’inserimento nel mercato del lavoro dei cittadini di paesi terzi impegnati in agricoltura, attraverso interventi volti a promuovere forme di autoimprenditorialità nel settore agricolo. Questo l’obiettivo del nuovo servizio di formazione, orientamento e sostegno alla creazione di impresa nel settore agricolo ed agroalimentare realizzato da Programma integra, Cooperativa Agricoltura Capodarco, Fondazione Roma Solidale e Associazione Formazione Capodarco Roma Onlus.

Il servizio, realizzato nella Regione Lazio, Sicilia e Toscana, è una delle attività previste dal progetto SOFIIA 3 – Sostegno, Orientamento, Formazione, in Imprenditoria per Immigrati in Agricoltura, gestito dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, co-finanziato dalla Commissione Europea e dal Ministero dell’Interno nell’ambito del Fondo Europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi, AP 2013, Azione 2 ‘Orientamento al lavoro e sostegno all’occupabilità’.

Gli sportelli messi in campo dal servizio vogliono offrire ai migranti cittadini di Paesi terzi regolarmente soggiornanti in Italia, i seguenti servizi:

orientamento e prima informazione alla creazione di impresa agricola e agroalimentare;

sostegno alla creazione di start-up nel settore agricolo, attraverso la redazione di business plan e analisi della sostenibilità e competitività dell’idea imprenditoriale;

selezione dei destinatari dei corsi di formazione in gestione d’impresa agricola e agroalimentare, per fornire ai destinatari il know how e il know what necessario alla creazione d’impresa.

A Rieti la sede dello sportello di orientamento alla gestione e creazione di impresa agricola è presso Arci, Via Centuroni 39,  tel. 0746202510. Apertura al pubblico: venerdì dalle 10,00 alle 13,00.

Rispondi