Il “Sogno di una notte di mezza estate” con Lello Arena conquista il Vespasiano

La rivisitazione in chiave napoletana del classico shakespeariano “Sogno di una notte di mezza estate” proposta nella serata del 1 dicembre al teatro Flavio Vespasiano trova il favore del pubblico. Isa Danieli e il compagno di scena di Lello Arena hanno regalato circa due ore di grande teatro e puro e delicato divertimento a una platea attenta e soddisfatta.

Il “poderoso” Oberon (re dei folletti) e la “leggiadra” Titania (la regina delle fate), hanno conquistato il pubblico a colpi di battibecchi e battute in un’atmosfera onirica ricreata all’interno di una fatiscente camera da letto di un vecchio palazzo partenopeo, il tutto condito da un linguaggio antico colorato con la melodia e l’intensità che solo il napoletano sa dare.

“Sogno di una notte di mezza estate” di Ruggero Cappuccio, liberamente ispirato all’opera omonima del drammaturgo inglese William Shakespeare. La regia è di Claudio Di Palma, costumi di Annamaria Morelli, le scene sono di Luigi Ferrigno e le musiche di Massimiliano Sacchi. Altri interpreti Fabrizio Vona, Renato De Simone, Enzo Mirone, Rossella Pugliese, Antonella Romano.

Foto di Massimo Renzi.

 

Rispondi