Greccio

Il Natale illumina Greccio per un messaggio di speranza

Il progetto “Muri d’Arte” ha vestito il borgo di Greccio di luce: una innovativa formula di valorizzazione artistica e di spettacolarizzazione capace di generare grande emozione

«La luce è da sempre identificata con la vita che ritorna, quindi luce non solo come decorazione ma come messaggio di augurio e come metafora di speranza per il futuro». È questa l’affermazione di Fiorenzo Marchetti, Assessore alla Cultura e Turismo del  Comune di Greccio.

ll Borgo, uno dei più Belli d’Italia, si è vestito di luci, e l’effetto, durante le serate è davvero incantevole. La luce che diventa forma d’arte ha trasformato piazza Roma, regalando veri e propri sogni a occhi aperti. Il progetto “Muri d’Arte”, che è stato reso possibile grazie all’intervento economico della Presidenza del Consiglio Regionale del Lazio, rappresenta anche una innovativa formula di valorizzazione artistica e di spettacolarizzazione di piazza Roma, già impreziosita dal Sentiero degli Artisti. Un insolito “schermo di proiezione” di immagini sacre, capaci di generare grande emozione e commozione nel pubblico di grandi e piccoli.

Niente Presepe di Greccio a cura della Pro-Loco, che nello spirito di collaborazione reciproca ringraziamo per la disponibilità dimostrata, niente Mostra Mercato dell’Artigianato e dell’Oggettistica per il Presepio, visite vietate al Museo Internazionale del Presepe. «Abbiamo consapevolezza», dice Marchetti: «sarà diverso il prossimo Natale. Le imminenti festività dovremo viverle con “sobrietà e cautela”. Ma nessun DPCM potrà mai spegnere la magia de Natale, quello vero, cioè la nascita di Gesù Cristo».

Rispondi