Valle del Primo Presepe

Il Natale di Greccio: uno sguardo al Primo Presepe dal cuore della Valle

Arte presepiale, artigianato artistico e natalizio, rievocazione storica del presepio, museo internazionale dei presepi, spettacoli teatrali ed eventi musicali accompagneranno i visitatori nella magica atmosfera del Natale

«Arte presepiale, artigianato artistico e natalizio, rievocazione storica del presepio, museo internazionale dei presepi, spettacoli teatrali ed eventi musicali accompagneranno i visitatori nella magica atmosfera del Natale». Dal cuore della Valle del Primo Presepe giunge una serie di iniziative per vivere il tempo di Avvento e di Natale, tenendo conto dell’indicazione avuta da papa Francesco nel 2016 a «seguire la stella per trovare il bambino».

Una intuizione che lo stesso Pontefice ha rilanciato la scorsa domenica, con la sua visita ufficiale a Greccio per firmare la lettera Admirabile signum, scritta per ritornare sul significato e sul valore del presepe. Un dono che nel borgo, tra i più belli d’Italia, viene letto come da tradizione esplorando diversi aspetti legati all’invenzione di san Francesco.

«Il presepio è un’arte», spiegano dal Comune: «l’arte di costruire un’emozione, fatta di suggestioni semplici che vanno diritto al cuore, oltre il tempo e l’età». È con questo spirito che venerdì 6 dicembre sarà inaugurata la ventunesima edizione della Mostra Mercato dell’Artigianato e dell’Oggettistica per il Presepio, che a Greccio segnerà anche l’inizio delle attività comprese nel cartellone della Valle del Primo Presepe.

Il progetto promosso insieme alla Diocesi di Rieti e al Comune del capoluogo, vedrà la bellezza della città fare da cornice a un evento che è ormai diventato imperdibile per gli artigiani, artisti ed hobbisti, per il territorio e per i visitatori provenienti da molte parti d’Italia.

Si inizierà alle ore 11, presso il museo internazionale dei presepi, con la presentazione dell’audio libro illustrato Francesco e la vera storia del Presepe. Il testo, accompagnato da una video narrazione, catturerà l’attenzione di bambini ed adulti, raccontando cosa avvenne a Greccio nella notte di Natale del lontano 1223. A presentare la pubblicazione sarà il vescovo Domenico, che subito dopo parteciperà alla cerimonia di inaugurazione, animata da una esibizione del Coro Liceo Musicale “Elena Principessa di Napoli” di Rieti.

Sarà emozionante, come sempre, passeggiare tra le casette di legno addobbate a festa ed ammirare le sacre rappresentazioni artigianali di ogni dimensione e realizzate con i materiali più disparati e sarà ugualmente coinvolgente l’atmosfera di suoni, luci, colori, persone, calore umano, in uno dei periodi più coinvolgenti dell’anno.

L’artigianato di qualità ed il fascino di Greccio, saranno ancora una volta l’attrattiva principale e faranno da filo conduttore ai 22 giorni di manifestazione.

Rispondi