Incontri

Il Liceo Classico Varrone ospita una lectio di Giovanni Canzio

Il 9 febbraio approfondimenti e dibattiti sulle leggi razziali nello storico liceo classico reatino con la presenza d'eccezione di Giovanni Canzio, Presidente della Corte di Cassazione e cittadino benemerito di Rieti.

Appuntamento di rilievo per il Liceo Classico Marco Terenzio Varrone di Rieti che ospita un relatore d’eccezione. Sabato 9 febbraio prossimo alle ore 10 nell’Aula Magna della Sabina Universitas, Giovanni Canzio, primo Presidente Emerito della Suprema Corte di Cassazione, incontrerà gli studenti per discutere con loro sul tema “A ottant’anni dalle leggi razziali: dalla persecuzione dei diritti alla persecuzione delle vite”, in occasione della Giornata della Memoria dello scorso 27 gennaio e della Giornata del Ricordo di domenica 10 febbraio.

Una lectio magistralis organizzata per l’anniversario della promulgazione delle leggi razziali in un percorso che evidenzia le impietose disposizioni dei testi legislativi e l’illustrazione di alcuni degli snodi cruciali della persecuzione razziale.

Giovanni Canzio, cittadino benemerito di Rieti, città alla quale è legato dal 1977, è un insigne magistrato distintosi per le sue doti di professionista e uomo di grande levatura morale.
La lectio di Giovanni Canzio sarà tenuta alla presenza di tutti gli studenti e dei docenti del Liceo Classico Varrone.

Non è la prima volta che la scuola reatina incontra il presidente Canzio, ospite in altre occasioni al Varrone per approfondire i temi connessi alla legalità.

Rispondi