Sport

Il basket reatino in visita a Palazzo Papale

Ieri pomeriggio la Zeus Energy Group Rieti è stata ricevuta del salone papale dal vescovo Domenico. Presenti all’incontro la prima squadra, lo staff tecnico e la dirigenza della Zeus Energy Group insieme a Giuliano Colarieti e al Vice-presidente Npc, Gianni Orlandi.

Ieri pomeriggio la Zeus Energy Group Rieti è stata ricevuta del salone papale dal vescovo Domenico. Presenti all’incontro la prima squadra, lo staff tecnico e la dirigenza della Zeus Energy Group insieme a Giuliano Colarieti e al Vice-presidente Npc, Gianni Orlandi.

Monsignor Pompili, commentando la lettura scelta, ha sottolineato il valore dell’umiltà: «Quando manca la capacità di guardare all’altro con spirito aperto e disponibile, neanche a livello di società umana, si fa un passo in avanti. Registro un’atmosfera avvelenata dove al posto della collaborazione e spirito di gruppo prevalgono sentimenti di rivalità e contrapposizione, questo spiega perché siamo al palo per molte situazioni. Vi auguro che la squadra di basket, che a Rieti ha grande tradizione, possa essere un esempio virtuoso su questo punto di vista. Il vostro non è solo un gioco ma un esempio utile all’intera comunità cittadina».

Anche il Presidente Npc Rieti, Giuseppe Cattani, ha preso la parola per ringraziare il vescovo Pompili, don Valerio Shango e la professoressa Tozzi, per l’incontro odierno: «Siamo contenti di poter dare l’opportunità alla squadra di incontrare il vescovo e con tale occasione scoprire le bellezze della città come il Salone Papale e le sue opere. Sono occasioni che uniscono la comunità e ci raccolgono in un momento di riflessione».

Successivamente alla benedizione c’è stata la consegna, da parte di Giuliano Colarieti, del primo volume della storia del basket reatino “Rieti e le sue Cinque Stelle”. Il libro, creato dallo stesso Colarieti verrà presentato ufficialmente sabato 17 Novembre alle ore 11:30 presso la Sala Consiliare del palazzo comunale. L’incontro si è poi concluso con la visita del Salone Papale insieme alla professoressa Ileana Tozzi.

Rispondi