Eventi

“Guerra o Terra!”, a Montopoli volge al temine il progetto “Un Inverno a Teatro”

Sta volgendo al termine il mese e mezzo natalizio ricchissimo di appuntamenti per il Comune Montopoli di Sabina, grazie all'organizzazione in collaborazione con il Teatro delle Condizioni Avverse del progetto "Un inverno a teatro" finanziato dalla Regione Lazio.

Sta volgendo al termine il mese e mezzo natalizio ricchissimo di appuntamenti per il Comune Montopoli di Sabina, grazie all’organizzazione in collaborazione con il Teatro delle Condizioni Avverse del progetto “Un inverno a teatro” finanziato dalla Regione Lazio.

Un programma che è stato accattivante e originale che ha unito e continua ad unire cultura, teatro, letteratura, proiezioni video, laboratori teatrali aperti a tutti a gastronomia e tradizione.
Nel territorio sabino un progetto di questa portata sembra essere una fonte di crescita culturale e di innovazione, un seme fertile per attività future.

Il progetto ha voluto favorire la crescita culturale e artistica dei giovani del territorio e contribuire al recupero delle tradizioni attraverso il riascolto delle note di una vecchia canzone o una foto ingiallita o attraverso un monologo che ricordi momenti di vita vissuta da chi ci ha preceduti.

Così come ha sottolineato il vice sindaco di Montopoli Valentina Alfei dopo la notizia dell’approvazione del progetto “Un Inverno a Teatro”, realizzato dal comune di Montopoli di Sabina in collaborazione con La compagnia Il Melograno [ovvero] Teatro delle Condizione Avverse.

Ultimo appuntamento con “Libri e non solo”, per questo grande progetto culturale che fin’ora ha riscontrato un notevole successo di pubblico e di ascolto, sabato 12 gennaio presso la Bublioteca A. Vassallo di Montopoli di Sabina (RI), con l’approfondimento di tematiche con “Tutto sarà dimenticato?”, storie di paesi e persone che si opposero al “crimine internazionale supremo”: la guerra di aggressione, a cura del Progetto Verità, in occasione dei 100 anni dalla prima guerra mondiale, a cura della giornalista Marinella Correggia.

«Tutto sarà dimenticato?» è pensato dalla giornalista in omaggio a chi si oppose alla prima guerra mondiale e alle successive, vuole essere in ricordo delle vittime. Il suo obiettivo è quello di ricordare la cosiddetta ”inutile strage” di cento anni fa (scongiurando celebrazioni scioviniste) nell’ottica di chi cercò la pace. Una riflessione sui paesi, sui popoli, sulle comunità, sui movimenti, sui soldati che, a partire dalla prima guerra mondiale, cercarono vie per prevenire le guerre o almeno per uscirne.

Alle letture dal libro Guerra alla guerra!, un caposaldo del pacifismo attivo, di Ernest Friedrich si affiancheranno letture da scambi epistolari dell’epoca (le lettere fra padre e figlio che saranno mostrate hanno 100 anni) e la proiezione del breve video Cento anni di guerre cento anni di menzogne.

Il tutto accompagnato da musica e l’ascolto di canzoni d’epoca. Al termine della prsentazione si aprirà un dibattito con i presenti e la giornalista Marinella Correggia.

PROGRAMMA
Sabato 12 Gennaio ore 17:00
Biblioteca Comunale Angelo Vassallo, Montopoli Sabina (RI)
LIBRI E NON SOLO
Incontro “Tutto sarà dimenticato?”
Storie di paesi e persone che si opposero al “crimine internazionale supremo”: la guerra di aggressione, a cura del Progetto Verità contro le guerre e di www.sibialiria.org
In occasione dei 100 anni dalla fine della prima guerra mondiale… Guerra o Terra!!
a cura della giornalista Marinella Correggia.

Proiezione video, letture
A seguire veg-merenda senza usa e getta

Tutte le attività sono gratuite
Per informazioni e prenotazioni:
Teatro delle Condizioni Avverse
www.condizioniavverse.org
info@condizioniavverse.org
0765.24699 – 329.9317192

Rispondi