Granfondo dell’Appennino: grandi e piccini per la chiusura del Pedalatiun Cinelli

Una bella giornata di sole e di sport è attesa per domani, domenica 14 luglio, alle pendici del Terminillo per l’ultima prova del PedaLatium Cinelli-Le Granfondo del Lazio. Ai nastri di partenza la Granfondo dell’Appennino Reatino che chiuderà in bellezza il neonato circuito laziale.

Un appuntamento immancabile per tutti coloro che sperano di consolidare il proprio primato nella classifica generale del circuito e per guadagnare grazie alla gara reatina il diritto a presenziare alle premiazioni finali del circuito stesso che, come noto, si svolgeranno all’ombra del Colosseo alla vigilia della Granfondo Campagnolo Roma sabato 12 ottobre.

Non mancano tuttavia i motivi di interesse per tutti gli appassionati ciclisti (ieri, all’anti-vigilia, le adesioni hanno toccato la cifra di 850) che, senza obblighi di primato e di graduatorie, saranno pronti a vivere un’indimenticabile giornata di ciclismo sfidando la più famosa e temuta montagna laziale, per antonomasia la Montagna dei Romani, tra il percorso medio di 90 chilometri e quello lungo di 140 chilometri.

La gara, in considerazione del periodo estivo e delle altimetrie, vedrà la partenza alle 8:00 dallo stadio Manlio Scopigno mentre presso il Palazzo dello Sport PalaSojourner di Rieti (sito in via Oreste di Fazio nel quartiere residenziale di Villa Reatina) saranno a disposizione i servizi come docce, bagni, pasta party e nel quale si svolgeranno le premiazioni di fine gara.

Il ritiro dei pettorali e dei pacchi gara sarà attivo già da oggi a partire dalle 15:00 nella location del Sojourner per tutti coloro che vorranno evitare di fare le cose in fretta al mattino. Ad allietare il giorno della vigilia, l’esibizione del Group Cycling dalle 17:00 alle 20:00 con i maestri federali Fabio Rinaldi e Roberto Ghirelli.

Secondo gli standard del circuito PedaLatium, dopo la partenza degli atleti grandi come tradizione, spazio alle appassionanti e divertenti sfide tra i baby ciclisti delle categorie giovanili (dai G1 ai G6) che potranno ambire al titolo di campione regionale della specialità sprint, essendo la Granfondo dell’Appennino Reatino, prova unica regionale sotto l’egida della Federciclismo Lazio e ultima del Pedalatium Boys Cinelli. Alla vigilia della gara giovanile sono circa 140 i giovanissimi del territorio regionale tra le società iscritte di Civitavecchiese Fratelli Petito, Scuola di Ciclismo Colleferro-Asd Non Solo Verde, UC Anagni-Cycling Team Nereggi, Atletico Uisp Monterotondo, Asd Il Pirata, Asd Ciclistica Gavignanese-Team Marco Pantani, GSC Latinense, Team Anagni Pantanello, AS Roma Ciclismo, UC Alatri e Punto Bici Aprilia.

A tutti i partecipanti è obbligatorio il rispetto delle griglie nella fase di partenza e i ristori di gara rigorosamente piede a terra. Molto interesse sta suscitando anche la formula di gara Lui&Lei per la coppia uomo-donna che taglierà il traguardo con la minor somma dei tempi e la Cycling Day Terminillese sui 90 e 140 chilometri con partenza alla francese prima del via effettivo delle due prove agonistiche.

Verranno premiati i primi atleti di tutte le categorie, sia sulla GranFondo che sulla MedioFondo , le prime cinque squadre regionali, le prime 5 squadre provenienti da fuori regione, i primi di categoria della Cronoscalata ed i primi di categoria del circuito che indosseranno per l’ultima volta in questa stagione la maglia di leader.

Tra ciclisti di tutte le età attesi a Rieti, l’Ombelico d’Italia, non mancano davvero gli ottimi motivi per non perdersi l’atto finale di questa stagione del circuito PedaLatium che andrà a superare abbondantemente le 4000 presenze, con una media di oltre mille persone annoverando le tre prove già disputate del circuito 2013 come la Granfondo La Garibaldina-Memorial Arnaldo Ciccolini a Mentana (Roma), la Granfondo Valerio Agnoli-sulle Strade del Cesanese a Fiuggi (Frosinone) e la Granfondo delle Cerase-Moser a Fara in Sabina (Rieti).


IL PERCORSO NEL DETTAGLIO

Granfondo di 140 chilometri e mediofondo di 90 chilometri con deviazione percorsi al chilometro 19 in località Poggio Bustone. Partenza e arrivo dallo Stadio Comunale Scopigno: Vazia, Cantalice, Poggio Bustone (entrambi i percorsi), Chiesa Nuova, Via Tancia, Contigliano, Bivio Greccio, Bivio Marmore, Bivio Morro, Bivio Labro (ricongiungimento percorsi medio/granfondo), mediofondo dalla divisione Bivio Poggio Bustone Alto, Rivodutri ricongiungimento con la granfondo Passo del Fuscello, Bivio Leonessa, Scalata del Terminillo versante Val Leonina, Cronoscalata mediofondo dal Km 54 al Km 60; cronocslata granfondo dal Km 114 al Km 120.

Rispondi