Letteratura

Grandi scrittori e 168 stand: da domani a Roma il festival letterario ‘Insieme’

L'evento nato dalla collaborazione tra i tre appuntamenti letterari romani piu’ importanti (Letterature, Libri Come e Piu’ Libri Piu’ Liberi)

Una grande area espositiva con 168 stand e decine di incontri, con grandi scrittori italiani e internazionali, in due dei luoghi piu’ suggestivi di Roma: il Parco archeologico del Colosseo e l’Auditorium Parco della Musica. È ‘Insieme – lettori, autori, editori’, l’evento nato dalla collaborazione tra i tre appuntamenti letterari romani piu’ importanti (Letterature, Libri Come e Piu’ Libri Piu’ Liberi) che dall’1 al 4 ottobre riportera’ nella Capitale una manifestazione letteraria gratuita e dal vivo. ‘Insieme’ prevede infatti la presenza fisica degli espositori per la prima volta dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Inoltre le piccole e grandi case editrici avranno a disposizione un gazebo delle stesse dimensioni. Le postazioni saranno allestite all’Auditorium, nell’area pedonale di viale Pietro de Coubertin e nei giardini pensili. L’ingresso sara’ gratuito e i visitatori, dopo i controlli da parte del personale, seguiranno un itinerario guidato attraverso gli stand.

GLI INCONTRI

Negli spazi interni dell’Auditorium e al Parco del Colosseo si svolgeranno invece gli incontri. Tra gli scrittori stranieri che parteciperanno in collegamento (le presenze sono da confermare) ci saranno Salman Rushdie, Wole Soyinka, Yuval Noah Harari, Javier Cercas e Manuel Vilas. Dovrebbero essere presenti Valerie Perrin e Maylis de Kerangal. Tra gli italiani sono previsti Antonio Scurati, Valeria Parrella, Cristina Comencini, Edoardo Albinati, Maurizio De Giovanni, Gianrico Carofiglio, Michela Murgia, Nadia Terranova, Andrea Marcolongo e Vito Mancuso. Il programma e’ a cura di un comitato editoriale composto da Silvia Barbagallo, Andrea Cusumano, Lea Iandiorio, Michele de Mieri, Rosa Polacco e Marino Sinibaldi che durante la presentazione di oggi dell’evento ha sottolineato: “Questo e’ un nuovo festival, con un rapporto diverso con la citta’. Non si tratta di ripartire, ma di accogliere il cambiamento. Io non so se questo festival restera’ anche nei prossimi anni e quanti cambiamenti diventeranno stabili nelle nostre vite. Con ‘Insieme’ vogliamo portare sostenibilita’ e responsabilita’ come valori. La cultura fa tante cose ma deve parlare il linguaggio del suo tempo”. Il presidente dell’Aie, Ricardo Franco Levi, ha sottolineato che “quando si uniscono le forze, si riescono a fare cose importanti. Quando ci si divide si e’ piu’ deboli. Il libro e’ la prima industria culturale del Paese. È l’unico settore dove l’Europa e’ la piu’ grande potenza del mondo. ‘Insieme’ segna la ripresa pubblica del libro ed e’ significativo che avvenga a Roma, nella Capitale del Paese”.

da dire.it

Rispondi