Eventi

Grande partecipazione alla festa di lancio di “Rieti Senza Barriere”

Grande successo e molta partecipazione di pubblico alla festa che ha ufficialmente inaugurato la quinta edizione di “Rieti senza barriere”, sabato scorso, 23 febbraio.

Grande successo e molta partecipazione di pubblico alla festa che ha ufficialmente inaugurato la quinta edizione di “Rieti senza barriere”, sabato scorso, 23 febbraio.

“Rieti Senza Barriere” è organizzata dalla Casa del Volontariato di Rieti con trenta associazioni del territorio e prevede un fitto calendario di eventi che si svolgeranno fino a giugno, con un filo conduttore: la riflessione sulle barriere culturali che ancora oggi impediscono la costruzione o la ri-costruzione di una comunità solidale e improntata al bene comune.

La festa di sabato al centro Commerciale Perseo è stata animata da tanta musica con l’orchestra spettacolo, Matteo Tortora (campione mondiale junior di organetto) che si è esibito insieme a Stefano Micaloni e la Voce di Lorenzo Mingolla e Gabriella di Palma; danze di tipi diversi (danza del ventre a cura di Arabian Blu Dance Company, alcune coreografie dei corsi propedeutici di danza contemporanea ed hip pop con Marta Galante ed Isabella Tosoni dell’ASD Con le Ali ai Piedi, i gruppi Hip Pop con GIULIA Brunori, dell’ASD Dance Project di Giorgia Gabriele, la scuola di ballo ASD Stelle Nascenti di Rossano e Barbara, l’esibizione dei ballerini agonisti Simone e Serena Giraldi), da punti gioco dove era possibile riscoprire il gusto dei giochi da tavolo per adulti e bambini (a cura di Reate Gens Ludens in Tabula), dalle esibizioni delle Unità Cinofile del Comitato della Bassa Sabina e così via.

Sono intervenute anche l’assessora con delega alle associazioni Elisa Masotti e Stefania Saccone dell’ufficio Provinciale Scolastico, che si occupa in particolare dei progetti scuola e volontariato.
Ha anticipato i tempi, sempre all’interno del progetto “Rieti Senza Barriere” il corso “Bimbi sicuri” presso la parrocchia Regina Pacis in collaborazione con il “Salotto di zia Marilena”, che si è appena concluso e che aveva lo scopo di illustrare e prevenire i rischi dell’età pediatrica e che comprendeva una prova pratica di disostruzione delle vie aeree. Il corso è propedeutico ai corsi blsd e di primo soccorso e ha visto la partecipazione di molte neo mamme con i relativi pargoli, oltre a nonni e mamme in attesa.

Il prossimo appuntamento di “Rieti senza Barriere” è per il 5 marzo: si tratta del convegno “Stalking: non chiamatelo Amore”, organizzato da CAPIT Rieti E GVPC ANPS. Si svolgerà dalle 9.30 alle 12.30 presso l’Auditorium Varrone, in Via Terenzio Varrone a Rieti.

Il programma della manifestazione è disponibile su www.volontariato.lazio.it – www.rietinvetrina.it , presto anche sul sito del Comune di Rieti

Rispondi