Gmg 2016: i cori, “esta es la juventud del Papa”, “italiano, batti le mani”, “viva il Papa”

(dagli inviati Sir a Cracovia) “Esta es la juventud del Papa”, “italiano, batti le mani”, “viva il Papa”. Sono continuati fino a tarda notte i cori dei giovani partecipanti alla Gmg, che dopo la celebrazione eucaristica di apertura al Parco Blonia si sono riversati per le strade della città, creando lunghi serpentoni per le strade e inneggiando gli inni nazionali e i canti della tradizione locale. Molti gli asiatici presenti alla Gmg, a partire dai cinesi e dai coreani, che sono giunti a Cracovia con le loro bandiere. Tantissimi anche i francesi, il cui canto è sembrato non cessare mai. Lungo il percorso verso il centro della città, i giovani si sono soffermati ad alcuni eventi particolari, quali mostre, concerti, tende della preghiera, che animano la Giornata mondiale della gioventù da mattina a sera. Fra gli eventi più partecipati, insieme alla proiezione proposta dal Film festival in piazza del Mercato, anche il concerto “Bochnia” dei frati francescani, in via Franczinskanska, proprio di fronte alla finestra dove San Giovanni Paolo II si affacciava per salutare i giovani. Nella piazza centrale, vero e proprio quartier generale della festa dei pellegrini, che qui si ritrovano per cantare, fare festa e foto, inaugurata anche la mostra di fumetti sui santi dal titolo “Dio non si stanca di perdonare”. E anche oggi sono tante le proposte della Gmg. Oltre alla possibilità di visitare le chiese – che già sono costantemente riempite di giovani – e di vivere le catechesi con i vescovi, ciascuno nella propria lingua, saranno attive 25 mostre e 81 concerti di musica di ogni genere sparsi in tutta la diocesi di Cracovia. Previste anche le “Accademie”, alcuni momenti di confronto su famiglia, misericordia e lavoro.

Rispondi