Scuola

Gli studenti del Liceo Classico diventano guide turistiche

Il Festival francescano mette alla prova la classi del Varrone. Tutti per strada a spiegare storia e arte della propria città, come Anfitrioni nel nome di Francesco.

Il Festival francescano mette alla prova la classi del Varrone. Tutti per strada a spiegare storia e arte della propria città, come Anfitrioni nel nome di Francesco.

Gli studenti del triennio liceale del Classico Varrone di Rieti hanno accolto e guidato in qualità di autentici “ciceroni” i tanti curiosi e ospiti che hanno partecipato al I Festival “Con Francesco nella Valle …cum tucte le tue creature”.

Il programma, che ha voluto far conoscere e rendere attuale il messaggio universale del Poverello d’Assisi, ha coinvolto gli alunni del Varrone impegnati a fare da guide turistiche nelle piazze e nelle strade cittadine “Sentiero sotto casa” e nel percorso di trekking urbano del Cai, illustrando i siti reatini di maggiore rilievo, tra cui la Chiesa di san Domenico, la Basilica di sant’Agostino, la Cattedrale e il Teatro Flavio Vespasiano.

Gli studenti hanno preparato gli itinerari culturali ed artistici seguiti da Manuela Marinelli, docente di Storia dell’Arte al Varrone.

Nella giornata di apertura del I Festival francescano, hanno seguito la fiaccolata serale che dal santuario di Fonte Colombo è giunta fino a piazza San Francesco.

Attività in fermento sempre al Liceo Classico reatino dove gli studenti delle classi III A e B e II B hanno preso parte allo scambio culturale con i colleghi della scuola di Nordhorn, la cittadina tedesca gemellata con Rieti. Le attività legate allo scambio culturale terminano oggi dopo essere stati accolti per un saluto di benvenuto dal primo cittadino Antonio Cicchetti in Comune, dopo la gita nella Capitale e l’orientamento tra i banchi di scuola nel Palazzo degli Studi.

Rispondi