Primo Maggio

Giovani, lavoro, ricostruzione e infrastrutture: Chiesa e sindacati festeggiano il Primo Maggio a Cittareale

«Giovani, lavoro, ricostruzione e infrastrutture»: questi i temi della Festa del Lavoro che Cgil, Cisl e Uil hanno organizzato a Cittareale in collaborazione con l’Ufficio Problemi Sociali e Lavoro della Diocesi di Rieti.

«Giovani, lavoro, ricostruzione e infrastrutture»: questi i temi della Festa del Lavoro che Cgil, Cisl e Uil hanno organizzato a Cittareale in collaborazione con l’Ufficio Problemi Sociali e Lavoro della Diocesi di Rieti.

Quattro punti per rinnovare l’attenzione sulla lenta ripresa economica e sulla sofferenza del commercio e delle imprese propri del territorio reatino, ma anche per interrogarsi sulle nuove sfide aperte dai cambiamenti del mondo della lavoro. Sono infatti temi di attualità il precariato che consegue ai contratti atipici e le nuove forme di occupazione scaturite dall’innovazione digitale.

L’occasione del Primo Maggio sarà dunque un momento per una riflessione sul complesso scenario offerto dal mondo del lavoro, cogliendo punti critici e opportunità. Con l’auspicio che si torni a investire sul territorio guardando all’innovazione, ma anche armonizzando le nuove esigenze con i diritti dei lavoratori, e èuntando a garantire un futuro ai giovani.

Il sisma ha aggravato una situazione già compromessa e fragile del contesto locale, nel quale già prima delle scosse telluriche era in corso la delocalizzazione delle aziende, la crisi del mondo del lavoro e un crescente tasso di disoccupazione. La scelta di celebrare il Primo Maggio a Cittareale è dunque un richiamo a non lasciare irrisolti i problemi in tutto il territorio e in particolare nell’estesa zona del cratere.

«Bisogna accelerare i tempi della ricostruzione, abbattendo la burocrazia senza sacrificare la legalità» è il richiamo di don Valerio Shango, direttore della pastorale sociale della Chiesa di Rieti, che ricorda come «le infrastrutture sono una condizione necessaria per la crescita, lo sviluppo e la ricostruzione».

L’evento del Primo Maggio a Cittareale avrà inizio alle ore 10 con i saluti delle autorità e del vescovo Domenico. Seguiranno le riflessioni e le testimonianze dei rappresentanti dei lavoratori. In chiusura sarà celebrata una Santa Messa, seguita da un concerto dell’Accademia di Santa Cecilia.

Rispondi