Ambiente

Giornata Nazionale degli Alberi: a Rieti tre nuove piante nel quartiere di Campoloniano

In vista della Giornata Nazionale degli Alberi avrà luogo l’iniziativa “Alberi per il Futuro”, che vedrà la piantumazione di tre alberi presso piazza Bettino Craxi

«Chi pianta un albero mette radici nel domani»: è seguendo questa idea che il 17 novembre alle ore 10.30, in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi, avrà luogo l’iniziativa “Alberi per il Futuro”, che vedrà la piantumazione di tre alberi presso piazza Bettino Craxi, nel quartiere di Campoloniano. Promossa dal Movimento 5 Stelle in collaborazione con l’associazione Gianroberto Casaleggio e con altre associazioni e amministrazioni locali, l’evento si svolgerà senza bandiere o simboli politici.

In provincia di Rieti l’iniziativa “Alberi per il Futuro” si svolgerà sempre nella mattina del 17 novembre, nel comune di Selci presso la scuola elementare Enrico Medi, mentre nel comune di Montopoli di Sabina, alcuni alberi verranno messi a dimora nell’area camper il 19 del mese, alle ore 16.

Il progetto “Alberi per il Futuro” si muove secondo la logica della forestazione urbana, un processo che contribuisce a migliorare le condizioni ambientali dei suoi abitanti. «Ogni albero – si legge nel sito dell’iniziativa – assorbe intorno ai 15 kg di CO2 e produce ossigeno per 2,5 esseri umani. Ma non solo. Un albero assorbe e blocca le polveri sottili, incamera ozono e migliora il microclima. La forestazione urbana contribuisce all’abbassamento delle temperature di 1-2 gradi e previene il consumo del suolo».

Attivo dal 2015, il progetto è affine all’iniziativa permanente “Un albero in più”, lanciata quest’anno a livello nazionale dalle Comunità Laudato si’, a partire da una lettera/manifesto firmata dal neurobiologo vegetale Stefano Mancuso, dal fondatore di Slow Food Carlo Pertini e dal vescovo di Rieti, mons Domenico Pompili. Scopo della campagna è quello di arrivare a piantumare 60 milioni di fusti, idealmente uno per ogni cittadino dello stivale. Un’iniziativa che ha trovato vasta eco ed è stata raccolta, tra gli altri, da piccoli e grandi comuni, da diverse associazioni ambientaliste e del settore agricolo e forestale, ma anche da singoli, gruppi di cittadini e famiglie.

La Giornata nazionale degli Alberi, che si celebra ogni 21 novembre, sembra una buona occasione per rilanciare la buona pratica dell’espansione del verde, soprattutto nei contesti urbani. La ricorrenza è stata istituita dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare e riconosciuta con l’art. 1 della Legge 14 gennaio 2013, n. 10. Il suo scopo è promuovere la tutela dell’ambiente, la riduzione dell’inquinamento e la valorizzazione degli alberi. L’iniziativa “Alberi per il futuro” si affianca a operazioni analoghe di alcune associazioni ambientaliste, come la festa dell’albero organizzata da Legambiente, e dal 2015 ad oggi ha messo a dimora 40.000 alberi e arbusti autoctoni di ogni regione in oltre 200 città italiane.

Rispondi