Eventi

Giornata Mondiale Onu in ricordo delle vittime della strada: tanti studenti al Flavio per non dimenticare

Si è svolta presso il teatro Flavio Vespasiano, la terza edizione dell’evento dedicato alla Giornata Mondiale Onu in ricordo delle vittime della strada, alla presenza di oltre 300 studenti delle scuole di primo e di secondo grado del territorio

Si è svolta il 28 novembre, presso il teatro Flavio Vespasiano, la terza edizione dell’evento dedicato alla Giornata Mondiale Onu in ricordo delle vittime della strada, alla presenza di oltre 300 studenti delle scuole di primo e di secondo grado del territorio. L’incontro, rivolto particolarmente ai giovani e ai familiari delle vittime della strada, è stato organizzato da Nazzareno Iacopini, direttore dell’Ufficio diocesano per la Pastorale della Salute, Stefania Saccone dell’Ufficio Scolastico Provinciale e Fulvio Iampieri, in rappresentanza del Comitato Nazionale delle vittime della Strada e fondatore del Progetto “Onderod”.

L’evento è riuscito come una virtuosa sinergia fra istituzioni, associazioni ed espressioni artistiche del territorio, avendo coinvolto anche il comandante Edoardo Paternò della Polizia Stradale di Rieti e i suoi collaboratori: il vice ispettore Fabrizio Fusacchia, il sovrintendente Sandro Vicari, l’assistente capo coordinatore Antonio Dante, Insieme hanno spiegato ai giovani presenti i rischi del mancato rispetto delle regole attraverso esempi di episodi concreti, testimonianze e video di incidenti dovuti alla disattenzione, alla velocità, all’uso di sostanze e all’utilizzo del cellulare durante la guida.

Altro intervento significativo, quello del comandante dei Vigili del Fuoco, Paolo Mariantoni, che ha spiegato in quale modo il corpo interviene in caso di incidenti, anche attraverso la proiezione di video e schede tecniche sulle fasi dei soccorsi. A tal proposito è stata presentata anche una spiegazione sulle dinamiche del soccorso con l’intervento dell’elisoccorso del 118, da parte del dottor Cosimo Boccia.

Gradito l’intervento in qualità di testimonial di Giovanni Vildera e Carlo Fumagalli, rispettivamente Capita no e playmaker della NPC Basket. L’evento è stato concluso da mons Paolo Ricciardi, vescovo ausiliarie di Roma e delegato diocesano e regionale per la Pastorale della Salute, con un messaggio ai giovani sul senso della vita.

I vari interventi sono stati contrappuntati dalle performance degli allievi del Liceo Musicale di Rieti, sapientemente guidati dai loro Maestri, Elena Trippitelli, Valentina Rossi e Luca Vincenti Mareri Tosoni. E non è mancato un intermezzo teatrale grazie alla compagnia teatrale della regista Pascale Saccone, con gli attori Barnaba Bonafaccia, Simone Casanica e Maurizio Festuccia. Altra musica dal vivo è giunta dal Trio SaChè (Ruggero Russi al Piano, al Flauto Stefano Conti e Soprano Silvia Costanzi), per la danza c’erano invece Aradia Danza Rea Luna, Centro Dane Rieti, Danzarte, Nella compagnia anche Luca Natali, terapeuta del suono e Sylvie Luciani.

Hanno partecipato all’incontro formativo gli alunni degli istituti comprensivi Alda Merini e Marconi Sacchetti Sassetti, con i coetanei di Poggio Moiano e di Torricella, e gli allievi dell’Istituto Alberghiero di Rieti, I.I.S. Savoia e dell’Istituto per Geometri di Rieti, I.I.S. Varrone.

Rispondi