Ricorrenze

García Lorca: 84 anni fa ci lasciava il grande poeta andaluso

Poeta e drammaturgo, Lorca è stato testimone originale del Novecento spagnolo. Ha partecipato ai vari tentativi modernisti, specialmente impressionisti

García Lorca: Poeta tra i più insigni del Novecento europeo e principale esponente della cosiddetta età d’argento della letteratura spagnola, la raffinatezza e l’impeto dei suoi versi continuano ad affascinare i lettori di ogni tempo.

Nato a Fuente Vaqueros, in Andalusia, si appassionò da piccolo di musica e di arte, componendo la prima raccolta di poesia a 20 anni, senza successo. Gli studi universitari a Madrid e i contatti con le avanguardie europee e con artisti eccelsi, quali il regista Luis Buñuel e il pittore Salvador Dalí, diedero nuovo slancio alla sua poetica che toccò il punto più alto con l’opera Romancero gitano del 1928.

Costretto a soffocare la propria omosessualità, che gli causerà lunghi periodi di depressione, nel corso della Guerra Civile parteggiò per i repubblicani, finendo nel mirino dei nazionalisti di Franco. Difeso da numerosi intellettuali, tra cui Pablo Neruda, nell’agosto del 1936 venne fucilato dalle milizie franchiste.

Oltre alle raccolte poetiche, incentrate per lo più sui temi del destino e della morte, di lui resta una corposa produzione teatrale.

Da Almanacco Mondi

Rispondi