Azione Cattolica / Villa Reatina

Gara all’ultimo carrello per il gruppo Acr di San Giovanni Bosco

Un pomeriggio divertente ieri al Cash&Carry di Santa Rufina. Chi si è trovato nel grande supermercato ha potuto assistere ad una strana gara stile Masterchef.

Un pomeriggio divertente ieri al Cash&Carry di Santa Rufina. Chi si è trovato nel grande supermercato ha potuto assistere ad una strana gara stile Masterchef. I ragazzi di 11, 12 e 13 anni del gruppo acr della parrocchia di San Giovanni Bosco, dopo aver conosciuto persone che nella loro comunità e nell’ associazione svolgono un servizio gratuito per gli altri, hanno deciso di rimboccarsi le maniche, allacciarsi letteralmente il grembiule e mettersi al servizio della parrocchia.

Domenica prossima, durante la Festa del Ciao, nel tempo divenuta un appuntamento fisso in grado di coinvolgere tutto il quartiere di Villa Reatina, i ragazzi prepareranno il pranzo per tutti i partecipanti. Saranno coadiuvati da un papà, cuoco di professione, e da un adulto di azione cattolica che li guiderà nell’allestimento della sala e nel servizio.

Ieri i ragazzi, divisi in due squadre, capitanati da alcune mamme, hanno svolto una gara all’ultimo carrello. Cercando di decifrare la fantasiosa descrizione di alcuni piatti, presenti nel menù, hanno dovuto scegliere gli ingredienti da comprare, nella giusta quantità e nel minor tempo possibile sotto l’osservazione degli educatori e del cuoco.

Grande è stato l’entusiasmo del personale e del responsabili del Cash&Carry che hanno accolto i ragazzi con gentilezza e li hanno aiutati, tifando le squadre, ad orientarsi tra gli scaffali.

Divertimento, ma anche agonismo hanno contrassegnato questa gara, e già i ragazzi immaginano come impiattare e decorare le diverse pietanze. “È importante dare ai ragazzi di questa età un impegno concreto perché solo così si sentiranno parte di una comunità e impareranno sul campo cosa vuol dire mettersi a disposizione degli altri in una logica di gratuità”, raccontano le educatrici.

Rispondi