Frontiera n.4 / 2019

“Ripara la mia chiesa”. È questo il titolo prescelto per il numero di questa settimana, che presenta un ampio reportage sulle messe in sicurezza eseguite sugli edifici di culto danneggiati dal sisma del 2016. Nella diocesi di Rieti sono un centinaio le chiese oggetto di interventi di messa in sicurezza in seguito al terremoto. Un complesso di situazioni diverse per danni e collcazione geografica che sta impegnando da tre anni la diocesi, il Ministero dei Beni Culturali e i comuni maggiormente colpiti dagli eventi sismici.

Particolarmente interessante l’intervista di questa settimana. Non tutti sanno che nell’agosto 2015 papa Francesco con il motu proprio Mitis Iudex ha riformato i processi di nullità matrimoniale, dando autonomia ad ogni vescovo di gestire le cause. Ad oggi, la Chiesa di Rieti risulta tra le poche in Italia ad aver istituito un tribunale ecclesiastico: il vicario giudiziale aggiunto don Filippo Di Fraia ci guida alla scoperta di questo particolare ufficio.

La pastorale familiare prosegue con il ciclo di incontri per sposi, coppie e famiglie, la pastorale della salute si appresta a celebrare la Giornata mondiale del malato mentre l’Azione Cattolica Ragazzi con la “Festa della Pace” si avvicina ai concetti illustrati nell’enciclica Laudato si’ sensibilizzando i giovani alla cura del creato. In festa le comunità di Leonessa e di Vazia, l’una unita nella grande devozione per san Giuseppe, l’altra gioiosa e unita per la cerimonia di ammissione agli ordini sacri di Marcello Imparato.

La Chiesa di Rietiè reduce dalla partecipata giornata del 2 febbraio, Festa della vita consacrata, mentre la città si interroga su grandi temi come quelli delle infrastrutture: è proprio sul tema della mobilità e sull’annosa questione della ferrovia Rieti-Roma che si concentra l’editoriale di apertura di questo numero.

Rispondi