Frontiera n.38 / 2018

Una grande festa in nome di Francesco da Rieti. La prima edizione del festival francescano “Con Francesco nella Valle” si è appena conclusa, ed è tempo di bilanci, ottimizzazioni, monitoraggio delle eventuali criticità. Ci aiuta ad inquadrare quanto è stato fatto e quanto ancora si potrà fare padre Marino Porcelli, guadiano del santuario di Fonte Colombo e tra coloro che hanno partecipato attivamente all’organizzazione dell’evento che ha animato per tre giorni la nostra Valle Santa.

Su «Frontiera» di questa settimana, un’ampia finestra sulle tante iniziative svolte nell’ambito di questo “esperimento” nello spirito della francescanità inquadrata in molte delle sue sfaccettature.

Un’altra delle interviste di questo numero è un’esclusiva del nostro giornale: a pochissimi giorni dall’incarico, abbiamo posto delle domande al Commissario Straordinario per la Ricostruzione Piero Farabollini. Il geologo, docente universitario ed esperto di terremoti subentra a Paola De Micheli e ci offre una panoramica generale sul lavoro svolto e quello che dovrà svolgere nei territori colpiti dal sisma 2016.

Territori che continuano ad essere beneficiari di tante iniziative di solidarietà ed eventi finalizzati allo scopo di non spegnete i riflettori sui disagi che ancora vivono le persone terremotate. Si prosegue anche incessantemente ai lavori di messa in sicurezza e restauro dei beni culturali danneggiati dalle scosse telluriche. Ci parla del ritrovamento di un affresco e della delicatezza del ripristino il restaturatore Simone Battisti, incaricato dalla diocesi di Rieti del rispristno della chiesetta di Santa Maria in Lauretana della frazione Moletano di Amatrice.

Ma come sempre, si parlerà e rifletterà su tanti altri temi come quello degli insulti sui social, tema sul quale ruota l’editoriale di questa settimana. La parrocchia di Vazia festeggia un nuovo ingresso, il seminarista Marcello Imparato, accolto con gioia dall’intera comunità.

Quattro Strade ricorda invece don Giuseppe Raccagni, che condusse ua dura battaglia per l’edificazione della chiesa del quartiere, mentre Amatrice non dimentica don Giovanni Minozzi, sacerdote simbolo del paese.

La Pastorale per la Salute dà appuntamento per un interessante convegno sui disturbi alimentari che si terrà il 26 ottobre all’Auditorium Varrone, mentre le note polifoniche del monumentale e prezioso organo Dom Bedos-Roubo risuoneranno in San Domenico domenica 21 ottobre, sotto gli abili tocchi del Maestro Alessandro Alonzi. Da non perdere.

Rispondi