Frontiera n.37 / 2018

L’acqua, una risorsa indispensabile per tutti. «Abbiamo il dovere di preservare questa risorsa perchè sia di tutti. Ma ciò non sarò possibile se questa tera che genera acqua non sarà messa in condizione di essere non un deserto, ma una terra coltivata ed abitata». Così, il vescovo Domenico, in relazione delle celebrazioni per gli ottant’anni della posa della prima pietra dell’acquedotto del Peschiera, occasione che ha permesso di fare opportune riflessioni soprattutto dopo l’annuncio di Acea del raddoppio.

Un questione annosa, quella delle acque del reatino che riforniscono la Capitale, che ci si augura finalmente possa essere sfruttata a valorizzata al meglio. La grande opera dell’acquedotto intanto, rivive sotto gli archi del Palazzo Papale di Rieti attraverso un’esposizione composta di immagini, filmati e preziosi documenti d’epoca.

Ma il nucleo centrale di questo numero di Frontiera ha voluto raccontare nel dettaglio l’enorme lavoro svolto dagli uffici tecnici della Diocesi di Rieti in merio alle messe in sicurezza degli edifici di culto danneggiati dal terremoto. Un impegno costante e meticoloso iniziato subito dopo il primo sciame sismico e che prosegue e proseguirà nel tempo per salvare e ripristinare quando possibile i beni culturali di Accumoli e Amatrice.

Terre che nel frattempo proseguono a ricevere enormi slanci di solidarietà e partecipazione che consentono di inaugurare nuove strutture e mettere in campo progetti di rinascita e vita, come quelli spotivi programmati recentemente.

Sempre strettamente collegata alla “rigenerazione” delle zone terremotate è l’intervista a Carlin Petrini, che ha illustrato con l’entusiasmo e la positività che lo contarddistingue il grande progetto voluto da Chiesa di Rieti e Slow Food, quelle Comunità Laudato si’ “affettive” che stanno nascendo in tutto il mondo su ispirazione dell’enciclica di papa Francesco e si prefiggono di realizzare la Casa del Futuro di Amatrice.

E restando in tema economico-ambientale, la seconda intervista di questa settimana ci permetterà di avere un particolare osservatorio sulla realtà locale: Vincenzo Regnini, nella duplice veste di presidente di Asm e di Camera di Commercio, illustrerà potenzialità e criticità del territorio fornendo spunti da volgiere per migliorare e migliorarci.

Anche in questo numero non mancheranno lo sport, le notizie dalle parrocchie e una finestra sul Festival Francescano in corso. ​

Rispondi