Frontiera n.35 / 2018

Una grande festa. È stata soprattutto questo la giornata vissuta sul monte Terminilllo dalle cinque scuole paritarie della diocesi, per festeggiare giocando insieme a famiglie e insegnanti l’inizio di un nuovo anno scolastico senz’altro foriero di entusiasmanti novità. Ma settembre arriva carico di altre notizie che ci portano a guardare l’orizzonte con ottimismo, atteggiamento del quale forse abbiamo ultimamente un pò perso memoria.

Da pochi giorni infatti Acea ha annunciato il raddoppio degli impianti che portano l’acqua da Rieti a Roma: si tratta di un progetto da circa quattrocento milioni di euro che potrebbe rappresentare una grossa risorsa per il nostro territorio, purché accompagnata da una politica consapevole ed efficace. Proprio di questo si parlerà tra le pagine di Frontiera con Leonardo Ranalli, sindaco del comune di Cittaducale, zona dove ricadono le sorgenti del Peschiera, delle quali ci si appresta a festeggiare con varie iniziative l’ottantesimo della posa della prima pietra. Ma altre novità bollono in pentola.

È ormai ai nastri di partenza la prima edizione del Festival Francescano di Rieti “Con Francesco nella Valle”: un’iniziativa in programma dal 12 al 14 ottobre che si propone di attualizzare e concretizzare il messaggio universale francescano declinandolo in un percorso spirituale e “narrativo”, confacente alle caratteristiche della nostra Valle Santa. Tutti da scoprire gli eventi correlati che si inseriscono nell’ottobre francescano, centrati sul tema della famiglia senza dimenticare quale fu l’approccio di Francesco verso il contesto familiare e sociale. Numerose le iniziative svolte dalle parrocchie, come gite e pellegrinaggi a piedi che hanno permesso di scoprire splendidi luoghi della nostra diocesi, con la benevolenza del timido sole degli ultimi scampoli d’estate.

L’emozione della festa e del commiato si è respirata domenica pomeriggio tra le storiche mura del monastero di Santa Chiara. I danni che l’antico edificio ha riportato a seguito delle scosse sismiche del 2016 porteranno le monache claustrali al momentaneo allontanamento da Rieti, per poi tornare a consolidamento avvenuto. Un momento di saluto al quale non è voluto mancare il vescovo Domenico, che ha donato alle monache una lampada, a simboleggiare la fiamma della fede sempre viva nel loro cuore.

L’intervista della settimana apre al mondo dell’arte, tramite una conversazione con Alessandro Melchiorri, noto artista e orafo cittadino, che insieme alla figlia Agnese ha appena tagliato il traguardo dei dieci anni del suo studio di pittura. Appuntamenti, sport e iniziative e molto altro in un numero tutto da leggere magari insieme alle vostre famiglie. ​

Rispondi