Frontiera n.26 / 2018

I sorrisi dei bambini di Scai, Torrita e Santa Giusta di Amatrice rendono dolce e carica di speranza la copertina di Frontiera di questa settimana. Gaia, Dofia, Veronica, Ada e Angelo posano felici nel giorno della loro prima comunione, celebrata dal vescovo Domenico: una domenica festosa che ha portato finalmente una ventata di gioia e spensieratezza nelle zone colpite dal terremoto.

Prosegue senza sosta la solidarietà verso le popolazioni e verso il grande progetto della Casa del Futuro, per il quale la comunità di Vicenza ho dato un generoso contributo. Per l’Istituto Alberghiero di Amatrice attualmente delocalizzato a Rieti arriva nuovamente il contributo dei grandi chef stellati che si sono messi ai fornelli per raccogliere fondi finalizzati alla formazione dei ragazzi. Intanto Leonessa aspetta il grande raduno del IV Raggruppamento dell’Associazione Italiana Alpini, evento che porterà anch’esso folla e allegria nelle zone dell’alto Lazio.

Ad Accumoli arriverà questo fine settimana la Madonna Pellegrina di Fatima, copia della statua originale portoghese destinata appositamente ai pellegrinaggi nelle parrocchie, mentre prosegue per opera dell’ufficio tecnico della Diocesi di Rieti la messa in sicurezza della “Madonna della Croce”. Grazie all’intenso impegno della comunità monastica della Trasfigurazione, sul monte Terminillo ci aspetta un’estate piena di eventi, tra cultura, sport, meditazione e iniziative «pensate in comunione con la natura della montagna», come ci ha spiegato in una lunga intervista padre Mariano Pappalardo.

Adrenalina tra i ragazzi della Pastorale Giovanile che si preparano per la due giorni a Roma con Papa Francesco, gare di scacchi su via Garibaldi e un importante gratificazione per lo sculture reatino Felice Rufini, chiamato ad esporre le sue opere a Capri.

Nel palazzo papale di Rieti invece è già Natale da un pezzo: il maestro Francesco Artese è già a buon punto nella realizzazione del suo monumentale presepe, pezzo unico di circa cinquanta metri quadrati che resterà esposto sotto gli archi del palazzo in occasione della seconda edizione de La Valle del Primo Presepe. In una curiosa e lunga intervista, il grande esponente della scuola presepistica meridionale ci svelerà alcuni segreti di questa emozionante arte.

Da segnare subito in agenda, l’appuntamento del prossimo 28 luglio ad Amatrice: proseguono i lavori per allestire il primo forum delle Comunità Laudato si’, pensato come appuntamento annuale di incontro, scambio e confronto tra le prime realtà operative nate in base al progetto congiunto Chiesa di Rieti e Slow Food. Proprio a partire dalla tematica ecologica, passando per il senso di realtà e quello di percezione, è sviluppato l’editoriale di questa settimana. Passando per i Barbapapà! Curiosi? Non vi resta che iniziare a leggere.