Eventi

Formazione e turismo per Rieti: nasce l’Atelier Arte Bellezza e Cultura

È stato inaugurato nella mattinata del 12 marzo, a Rieti, il primo Atelier del progetto integrato Atelier Arte Bellezza e Cultura, promosso dalla Regione Lazio e dedicato alle imprese culturali e alla formazione professionale

È stato inaugurato nella mattinata del 12 marzo, a Rieti, il primo Atelier del progetto integrato Atelier Arte Bellezza e Cultura, promosso dalla Regione Lazio e dedicato alle imprese culturali e alla formazione professionale.

I cinque Atelier sono nati grazie a un’azione co-finanziata con fondi europei e fondi regionali e sottoscritta tra Regione Lazio e i comuni di Roma, Cassino, Civita di Bagnoregio, Formia e Rieti. Un investimento complessivo di circa 6 milioni di euro finalizzato alla realizzazione di 25 progetti imprenditoriali e alla valorizzazione culturale del territorio e, anche attraverso la formazione delle giovani generazioni a nuove professioni, con l’idea di aiutare il sistema culturale regionale a essere maggiormente competitivo.

Grazie a un milione e 650mila euro di fondi europei si attiveranno corsi di formazione di nuove professioni per la valorizzazione dei siti e del patrimonio storico, paesaggistico, museale e culturale locale, che coinvolgeranno circa 180 giovani. Gli Atelier saranno spazi aperti dove eventi, presentazioni e attività di networking prenderanno vita.

Nell’Atelier “Racconti Contemporanei” – questo il nome dedicato allo spazio situato all’interno del Museo civico di Rieti – si è svolto l’incontro di presentazione delle attività alla cittadinanza. La mattinata ha visto protagoniste le imprese vincitrici del bando regionale, che hanno raccontato le loro proposte e idee per il territorio. Rieti è una gemma del patrimonio culturale e paesaggistico della Regione Lazio, punto d’intersezione di un complesso di valori quali ambiente e natura, spiritualità e pellegrinaggi. Il contesto è caratterizzato anche dalla presenza dei cammini legati alla figura di san Francesco.

Con la sua forma ad anello, il “cammino” ha al centro il capoluogo e attraversa il territorio di nove comuni, che offrono linfa vitale alla narrazione del territorio. Si sono sviluppate da alcuni anni iniziative culturali e di spettacolo dal vivo che hanno coinvolto la città di Rieti e tutti i comuni facenti parte dell’anello di Francesco.

Nella mattinata, la prima azienda che ha preso la parola è stata la Edocta Agency: società che opera nel campo della progettazione, organizzazione e gestione eventi. Il progetto prende il nome di Know Rieti. L’idea è quella di far conoscere a turisti e giovani le risorse territoriali di Rieti e della Valle Santa attraverso una “Caccia al tesoro” multimediale, condotta attraverso il proprio smartphone. Un’apposita interfaccia guiderà gli utenti che alla fine del percorso saranno premiati con un voucher offerto dagli esercenti locali.

Itinerari a Rieti è lo strumento avanzato realizzato da Komedia, azienda che si dedica principalmente alla creazione di contenuti e servizi destinati alla valorizzazione dei luoghi della cultura. Il sistema consente all’operatore turistico di creare e distribuire in modo semplice un’App per smartphone destinata ai visitatori. L’App può essere personalizzata con contenuti adeguati. Nell’atelier sarà effettuata l’attività di formazione a tutti i destinatari interessati.

L’idea di Skilab Studios, che da 20 anni offre soluzioni innovative e video mapping, è un percorso attraverso i 9 comuni del “Cammino di Francesco”. La proposta è quella di una segnaletica turistica interattiva che sfrutta le nuove tecnologie multimediali per la valorizzazione patrimonio storico- culturale.

Trame – tracce di memoria è il progetto culturale della società di servizi Uncommon, che si occupa di comunicazione, marketing e valorizzazione del brand. L’idea di partenza è il recupero della memoria come strumento la ricerca. Si punta alla cura di ciò che la storia ci ha lasciato, attraverso una rassegna di eventi che metta a confronto alcune forme d’espressione artistica dell’antichità con pratiche artistiche attuali come la “Street art”. L’obiettivo è quello di coinvolgere non solo i cittadini, ma attrarre nuovi visitatori e turisti.

Camminando s’impara – Walk and Learn Rieti è un percorso naturalistico che comincia con il cammino della Valle Santa, L’utente potrà scaricare un’App e verrà guidato da sei personaggi animati attraverso una realtà aumentata. È Zeranta l’ideatrice di questo progetto, realtà che produce e inventa format innovativi. Walk and Learn si suddivide in tre step: “Esplora”, “Cammina” e “Impara”.

Tutti i progetti intendono sviluppare nuove opportunità formative e occupazionali, legate a strumenti tecnologici di comunicazione e promozione del patrimonio artistico e culturale, indirizzato a disoccupati e inoccupati. Vi saranno formazioni in aula sulle tecniche dello storytelling, visite presso luoghi di interesse storico-artistico del territorio reatino, master class tematiche e un accompagnamento al lavoro orientato alla scelta di un tirocinio o di auto-imprenditorialità. Una nuova esperienza sul territorio che permetterà di riscoprire contesti conosciuti e coglierne lo spirito profondo e nascosto.

Rispondi