Federlazio

Federlazio, presentati nuovi bandi rivolti alle imprese

Presso la sede della Federlazio di Rieti si è svolto il Seminario “Finanza Agevolata: Tutti i nuovi bandi regionali in uscita. Inail: Bando ISI e agevolazioni assunzione disabili”

Presso la sede della Federlazio di Rieti si è svolto il Seminario “Finanza Agevolata: Tutti i nuovi bandi regionali in uscita. Inail: Bando ISI e agevolazioni assunzione disabili”. All’incontro, moderato dal Direttore di Federlazio Rieti Davide Bianchino, sono intervenuti Francesca Rosati (Lazio Innova – Assessorato regionale Sviluppo Economico), Maurizio Angeli (Studio di consulenza Fitt srl), Lorenzo Franceschini (Studio di consulenza 18.01 GC). Il seminario, gratuito, ha visto la presenza (previa prenotazione) anche di molte aziende non associate alla Federlazio interessate agli argomenti presentati.

Grazie alla presenza di Lazio Innova, è stato possibile presentare in anteprima alcuni bandi regionali rivolte alle aziende che saranno pubblicati a breve da parte della Regione Lazio.
In particolare è stato illustrato il bando “Innovazione Sostantivo Femminile” che prevede contributi a fondo perduto del 70%. Il bando sarà rivolto alle imprese con compagine prevalentemente femminile che presentino progetti caratterizzati da una forte componente innovativa, organizzativa e di processo. Prevede uno stanziamento di 1,5 milioni di euro con una riserva ulteriore (20%) dedicata alle imprese ubicate in aree di crisi complessa come Rieti.

Il “Voucher internazionalizzazione” permetterà di ricevere contributi fino al 50% per incentivare le attività aziendali all’estero e permettere di accompagnare le imprese in un processo allargamento del mercato (competenze tecnologiche, innovation e project manager, partecipazione a fiere, ecc.). Saranno finanziabili anche le spese per consulenze. Stanziati 3,5 milioni di euro.

Attraverso il “Voucher digitalizzazione”, invece, sono previsti contributi a fondo perduto per l’implementazione di tecnologie digitali nel processo produttivo/organizzativo dell’azienda, tra cui la promozione dei costi legati a software, hardware, brevetti e licenze. Sarà finanziabile anche la formazione del personale. 5 milioni di stanziamento con una riserva anche qui del 20% per cento per Rieti.

Il “Fondo Rotativo per il Piccolo Credito” prevede ancora 2 sezioni attive. Si tratta di un finanziamento a tasso zero per investimenti produttivi ma anche per bisogno di liquidità. Lazio Innova ha comunicato che grazie ad una recente modifica introdotta, ora si potranno presentare richieste fino a 100 mila euro suddivisi in due distinti progetti. 39 milioni di euro lo stanziamento previsto.

“Fondo Futuro” (€ 13 milioni di stanziamento) prevede invece un finanziamento fino a 25mila euro, al tasso dell’1%, con un anno di preammortamento, da restituire in 7 anni. Per questa tipologia di finanzia agevolata non sono richieste garanzie: si tratta infatti di un bando pensato proprio per aziende con difficoltà nel ricevere finanziamenti per mancanza di sufficienti garanzie, come ad esempio le start up.
A proposito di interventi nazionali e regionali rivolti alle aree del cratere, è stato illustrato il “Credito di imposta” finalizzato a sostenere investimenti per ricerca, innovazione e formazione in azienda. Gli investimenti possono essere rivolti a impianti, macchinari, attrezzature. Questo intervento permette di recuperare il 45% di credito di imposta. La Regione ha chiesto una estensione di questo intervento fino al 31 dicembre 2020 (attualmente prevista scadenza al 31/12/2019).
Infine, Lazio Innova ha fatto un cenno sul recente “bando investimenti nel cratere” che si è chiuso a gennaio e che ha visto la presentazione di 372 domande. Le graduatorie sono in uscita nelle prossime settimane.

Grazie alla presenza di consulenti Federlazio tra i relatori, sono stati poi affrontati due importanti misure relative alla sicurezza in azienda previste in questo caso da Inail.
Il primo riguarda il Bando ISI 2018, le cui domande possono essere presentate ancora entro il 31 maggio. Il bando è mirato alla realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Lo stanziamento riservato alle imprese della Regione Lazio è pari ad euro 41.786.588,00.

Sull’importo delle spese ritenute ammissibili è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del 65% calcolato sulle spese sostenute. Il finanziamento massimo erogabile è pari a 130.000,00 Euro e il finanziamento minimo ammissibile è pari a 5.000,00 Euro.
L’altra misura prevede incentivi per il reinserimento e l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità da lavoro. Una parte prevede un contributo del 60% sulla retribuzione corrisposta dal datore di lavoro alla persona con disabilità da lavoro. L’altra è invece finalizzata alla realizzazione di interventi di superamento e di abbattimento delle barriere architettoniche nei luoghi di lavoro sia per quelli di adeguamento e di adattamento delle postazioni di lavoro.

L’importo massimo di spesa complessivamente sostenibile da parte dell’Inail è pari a 150.000 euro, con il limite di 15.000 euro fissato per gli interventi di formazione mentre i restanti 135mila euro possono essere utilizzati indifferentemente per i suddetti interventi di superamento e di abbattimento delle barriere architettoniche nei luoghi di lavoro.
Nel corso del Seminario, è stato fatto un cenno anche sull’importanza per le Pmi dell’Asseverazione del modello Organizzativo per la Sicurezza attraverso gli Organismi Paritetici. Ricordiamo, infatti, che il Seminario gratuito era valido come aggiornamento per ASPP, RSPP, RLS per tutti i macrosettori, grazie proprio alla collaborazione con OPRAS, l’Organismo Paritetico Ambiente e Sicurezza formato da Federlazio e Cgil, Cisl, Uil.

Chiunque avesse necessità di ricevere informazioni più dettagliate sui bandi presentati può contattare gli uffici della Federlazio di Rieti al num. 0746.271696.

Rispondi