Expo, ottima riuscita per la due giorni di eventi

Si è chiusa domenica sera la due giorni di eventi e percorsi culturali ed enogastronomici che si sono svolti nelle località aderenti ai progetti Expo per promuovere l’iniziativa editoriale “Lazio eterna scoperta: 4 volumi per scoprire le bellezze della Regione”. Chiese, musei, biblioteche e teatri aperti nel corso del fine settimana hanno dato l’opportunità di visitare luoghi meravigliosi della nostra provincia, spesso sconosciuti ai visitatori e non sufficientemente valorizzati attraverso azioni comuni e integrate di marketing territoriale.

Grande successo per l’evento di apertura tenutosi sabato mattina al Teatro Flavio Vespasiano alla presenza del direttore dell’Agenzia regionale per il Turismo, Giovanni Bastianelli, in cui è stato presentato l’inserto sul Bel Lazio – Expo 2015 n. 4 “Lazio eterna scoperta: natura, arte, borghi e le eccellenze del gusto” e lo studio di marketing turistico “Expo…niamoci” per lo sviluppo del territorio a cura dell’Istituto Professionale di Stato Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “Costaggini” di Rieti.

L’evento è stato introdotto dalla clip di video art “The V elements” di forte suggestione, commissionata dal Comune di Rieti e realizzata da Alessandro Marianantoni su un’idea dell’ex assessore Diego di Paolo che verrà presentata a Expo Milano nello spazio espositivo della Regione Lazio.

Emozionante la performance del Jobel Teatro, anch’essa ispirata ai 5 elementi base su cui è stato costruito il progetto “Reate well, quando il cibo è storia”. La performance accompagnerà i maggiori eventi previsti dal calendario Expo sul nostro territorio.

La due giorni organizzata con la collaborazione di numerosi partner istituzionali e associativi verrà replicata nei prossimi mesi con l’obiettivo di intercettare i visitatori che vorranno conoscere il nostro territorio e degustarne le eccellenze enogastronomiche.

“Un ringraziamento va a tutti coloro che hanno collaborato alla riuscita di questa iniziativa – dichiara l’assessore Emanuele Pariboni – l’idea è quella di replicarla presto attraverso un’azione di promozione importante anche fuori dai nostri confini. L’abbiamo definita un primo assaggio di quello che accadrà nei prossimi mesi nella nostra provincia: “la messa a sistema” delle eccellenze che il nostro territorio può offrire a livello ambientale, enogastronomico e culturale e una forte comunicazione esterna che ne consenta la fruibilità a potenziali turisti e visitatori che vorranno conoscere i tesori sabini”.

Rispondi