Conferenza: “Paesaggi e strutture della pastorizia sui monti del Cicolano”

Sto caricando la mappa ....
23 settembre 2018 | dalle 17:30 | Corvaro di Borgorose | Museo Archeologico Cicolano

Conferenza: “Paesaggi e strutture della pastorizia sui monti del Cicolano”

Il Museo Archeologico Cicolano aderisce all’importante manifestazione delle Giornate Europee del Patrimonio 2018, previste il 22-23 settembre, organizzando due eventi dedicati alle “Tradizioni ritrovate” in particolare all’arte della tessitura e alle strutture pastorali che caratterizzano il paesaggio del Cicolano.

Nella giornata di domenica 23 alle ore 17,30 sarà tenuta dall’arch. Marcello Mari la conferenza “Paesaggi e strutture della pastorizia sui monti del Cicolano”. L’arch. Mari, originario del Cicolano, è esperto di pianificazione territoriale e ambientale ed ha al suo attivo numerosi progetti di sviluppo e valorizzazione locale, diversi dei quali sono stati esposti a Bruxelles, Dublino, Genova, Roma e in numerose mostre di architettura e urbanistica. Per quanto riguarda i monti della Duchessa è suo il primo piano della Riserva e il progetto di recupero del borgo di Cartore. La conferenza illustrerà in particolare le strutture legate alla pastorizia montana e al paesaggio che esse concorrono a formare. Mentre i pastori seguivano le greggi le donne seminavano, raccoglievano legna e svolgevano nei campi un’indefessa opera di spietramento, creando così in secoli di lavoro l’immagine e il paesaggio pastorale degli altipiani cicolani, che ha pochi eguali.

Verrà inoltre posta l’attenzione sulle “casette”, ovvero i casali montani che costellano gli altipiani, un caso rilevante di architettura funzionale ricorrente che merita di essere conservato e valorizzato. Un paesaggio storico prezioso, non meno del paesaggio naturale, espressione della cultura e del lavoro dei nostri antenati. L’arch. Mari in considerazione della recente istituzione del Registro Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici, promosso dal Ministero dell’Agricoltura e dal MiBAC, nel quale vengono iscritti i più bei paesaggi storici d’Italia auspica che anche il paesaggio cicolano possa essere iscritto in tale Registro.