Adorazione eucaristica al Santuario di Poggio Bustone per la vicaria del Montepiano

Laudate Dominum omnes gentes / Laudate eum omnes populi. / Quoniam confirmata est super nos misericordia eius / Et veritas Domini manet in aeternum. / Gloria Patri et Filio et Spiritui Sancto / Sicut erat in principio et nunc et semper et in saecula saeculorum. Amen.

L’antifona di ingresso nella solennità del Corpus Domini, tradisce la pratica devozionale più alta e teologicamente più fine dell’Adorazione eucaristica. La pratica è forse poco diffusa nel panorama delle nostre parrocchie, ma permette una connessione diretta, in un mondo dove chi non è connesso non può vivere, con quel Dio vivo e presente tra noi.

E allora perché ridurlo ad un solo momento, ad una sola dimensione? La nostra Chiesa locale sta vivendo profondi e significativi mutamenti, si spera in positivo, avviati con il nuovo assetto in Zone pastorali, che prende il posto delle precedenti vicarie, per un rinnovo interiore e per aumentare quel dialogo che ancora sembra tardare nella nostra diocesi.

In questo contesto si svolgerà un evento della Zona pastorale del Montepiano Reatino. Il vicario don Luciano Candotti, parroco di Colli sul Velino e Montisola, in collaborazione, ovviamente, con gli altri quattordici sacerdoti delle parrocchie che compongono l’area lo promuovono in perfetta sinergia con il Consiglio interparrocchiale. La riunione di questo organismo, ha dato avvio a tutte le proposte che ci si prepara a vivere e per le quali si spenderanno, con estrema e affidabile certezza, le forze di tutti.

Parliamo di un’adorazione eucaristica di due ore, che si svolgerà dopo quella delle 24 ore per il Signore, da abbinare a una semplice, ma genuina liturgia penitenziale presso il santuario francescano di Poggio Bustone. Il convento è punto e centro di richiamo dei pellegrini in cerca di Misericordia, che vanno a riscoprire l’Amore del Padre, che solo salva e solo crea.

L’appuntamento di domenica 11 marzo, dalle 18 alle 20, è aperto a quanti vorranno stare a stretto contatto con il Santissimo Sacramento, al quale si guarderà con amore certamente filiale, anche e soprattutto grazie a delle meditazioni di Sant’Agostino, selezionate appositamente per compiere un viaggio verso quella Presenza che sempre accompagna e sorregge.

Una scelta, questa, assunta consciamente da padre Giuseppe Pannella, ofm, parroco di Poggio Bustone, il quale, senza ridurre il valore, specialmente quello salvifico, della celebrazione eucaristica, ha ben pensato di operare una meditazione che nasce proprio da Vangelo proclamato durante la messa domenicale alla perfetta presenza del Cristo Risorto e presente realmente nel Pane degli Angeli.

E in quest’ottica, con l’aiuto del Dottore Agostino di Ippona, venerato Santo e filosofo, si cercherà di abbattere i classici schemi di monotonia spirituale alla quale i nostri animi sono, ormai, troppo avvezzi, per cercare una renovatio interiore, capace di far maturare i cuori e gli animi.

A chi sia rivolto questo appuntamento è presto detto: alla zona pastorale, alle sue parrocchie, ma anche a tutto il popolo di Dio, pellegrino in questa terra, che vorrà approfittare di un panorama mozzafiato, una santa confessione, una semplice e pura adorazione eucaristica e anche un’agape, alla fine dell’incontro, per ben ricordare che gli insegnamenti del Maestro avvenivano alla fine di un lauto banchetto, e per meglio creare un’atmosfera di sincera condivisione.

Rispondi