Diego Crescenzi inarrestabile!

“Che ne pensi di partecipare nella categoria esordienti di trials? Potrebbe essere una grande esperienza costruttiva per te….. ”  “Beh, mi piacerebbe… però il percorso forse è troppo impegnativo e gli avversari sono ben più grandi di me……più forti fisicamente, hanno anche più esperienza……però ok sono pronto e per me è ok”.Questa è stata la conversazione antecedente la gara  di Coppa Italia in Valle d’Aosta tra il Commissario Tecnico Angelo Rocchetti e il giovanissimo reatino Diego Crescenzi. Domenica scorsa a Pontej era già pronta una deroga al regolamento vigente per poter far partecipare Diego nella categoria superiore ovviamente dietro consenso e relativa firma dei genitori.  Il motivo di tale richiesta è stato espressamente quello di far maturare esperienza in tempi brevi considerate la grandi potenzialità del reatino.Di fatti durante la competizione, Diego si trovava completamente a suo agio, tranne in qualche passaggio davvero proibitivo per tutti. I quattro percorsi erano dislocati all’interno di un palazzetto dello sport ed erano costituiti da bobine in legno, assi di equilibrio e bancali.

“Al sabato ho avuto problemi con i freni della mia bici a causa di una caduta in allenamento.” – racconta Diego Crescenzi – “Un problema che abbiamo dovuto risolvere fino a tarda sera. Sono troppo contento della scelta effettuata e ringrazio il c.t. Rocchetti per avermi offerto la possibilità di tentare il percorso dalle frecce blu. Certo prima della gara ero un po’ intimorito però ho iniziato subito bene e sono andato avanti così. Poi purtroppo in un percorso mi sono ribaltato in avanti e ho preso una gran bella botta…. per fortuna non ho rotto ne la bici e non mi sono fatto neanche male. Vincere su una gara del genere è stato troppo bello…..sono felicissimo e spero di fare altrettanto domenica prossima in alta Valtellina a Sondrio. Bravo lo staff della Orange Bike Team che ha saputo ben organizzare il tutto”.

Rispondi