Eventi

Da San Giacomo a San Francesco: a Poggio Bustone torna la Marcia del Perdono

Poggio Bustone si avvia a svolgere i festeggiamenti del Perdono francescano che culmineranno con la tradizionale marcia del 2 agosto, appuntamento ormai tradizionale in Valle Santa

Poggio Bustone si avvia a svolgere i festeggiamenti del Perdono francescano che culmineranno con la tradizionale marcia del 2 agosto, appuntamento di notevole interesse nel panorama della Valle Santa Reatina, per i tanti pellegrini provenienti da diverse parti che scelgono il Convento di San Giacomo come meta privilegiata per lucrare l’indulgenza del Perdono.

Notevoli e di alto livello gli appuntamenti della settimana tra cui vale la pena ricordare il grande Musical “Forza venite gente!”, della compagnia teatrale Sammartinese di Danilo Morucci che, il 28 luglio alle ore 21, nel piazzale davanti al convento, darà inizio ad un imponente spettacolo musicale con un cast degno di nota composto da oltre cinquanta tra figuranti e personaggi vari.

La permanenza di Francesco a Poggio Bustone rappresenta uno dei momenti cruciali della vita del Santo, con il romitorio superiore o Sacro Speco ricordato come il luogo della remissione dei peccati e il santuario di San Giacomo l’origine della sua missione di pace.

È proprio in quella piccola spelonca isolata e nascosta, la grotta delle rivelazioni, a poco più di trenta minuti di cammino dal santuario che, nel lontano 1209, apparve l’angelo fanciullo al poverello di Assisi annunciandogli la remissione dei peccati e segnare così l’inizio di quel percorso che si sarebbe concluso il 2 agosto del 1216, con la richiesta del Grande Perdono fatta da San Francesco davanti a Onorio III – in quei tempi si trovava a Perugia – che sedeva sul soglio di Pietro dopo la morte di Innocenzo III.

Il paese, fin dalle sue origini, ha sempre conservato e maturato una forte vocazione francescana, tanto da farlo diventare sempre più crocevia di diversi cammini che collegano e conducono i pellegrini nei vari luoghi di fede della penisola, attraverso sentieri e monti di estrema bellezza.

A testimonianza del forte spirito di camminatori, un nutrito gruppo di appassionati della montagna ha dato vita ad una sottosezione CAI “Cima D’Arme”, molto attiva sul territorio che, ogni domenica, consiglia e guida i tanti amanti del passo lento tra i vari sentieri ricchi di natura e storia e, per l’occasione della marcia, si prodiga ad accompagnare i vari gruppi in cammino verso il santuario.

Dunque, zaino in spalla e, per i più coraggiosi, ritrovo alle ore 8.00 del 2 agosto davanti alla Cattedrale di Rieti per ricevere il saluto del vescovo e subito in direzione del Santuario della Foresta, con una breve visita interna per poi proseguire verso il Santuario di San Felice all’Acqua  di Cantalice dove i marciatori faranno una piccola sosta per il pranzo.

Nel pomeriggio, ritrovo alle ore 16 dei tre distinti gruppi che si costituiranno rispettivamente dal Faggio di San Francesco di Rivodutri, dalla chiesa S.S. Angeli Custodi di San Pietro di Poggio Bustone e dalla chiesa della Madonna delle Grazie di Cantalice (insieme a quelli provenienti da Rieti) per indirizzarsi verso il Convento San Giacomo di Poggio Bustone, che sarà raggiunto per le ore 18 circa.

Dal convento, un unico corteo in processione salirà verso il Sacro Speco per la celebrazione della Santa Messa presieduta dal vescovo di Rieti monsignor Domenico Pompili.

Come ogni anno, la Proloco di Poggio Bustone si occuperà di gestire l’intera accoglienza dei fedeli, dislocando vari punti ristoro lungo il percorso e organizzando, al termine della messa, una piccola cena francescana accompagnata da un coinvolgente intrattenimento musicale, che darà modo ai camminatori più aitanti di esprimersi con canti e balli.

Si ringraziano il Comune di Poggio Bustone, la Regione Lazio per il contributo oneroso concesso, i frati minori del Convento di San Giacomo, La Chiesa di Rieti, Il CAI di Rieti sottosezione di Poggio Bustone “Cima D’Arme”, il Consorzio delle Proloco della Valle Santa e i tanti volontari che sostengono l’iniziativa.

Tutti i dettagli sul sito www.prolocopoggiobustone.it/perdono

Rispondi