Pellegrinaggi

Da Cantalice ad Ascoli Piceno uniti dalla devozione per Maria delle Grazie

Una domenica emozionante quella vissuta da oltre cento cantaliciani lo scorso 16 settembre. Spinti da alcuni punti in comune, come la devozione per Sant'Emidio e la patrona Maria Santissima delle Grazie, il comitato festeggiamenti di Cantalice ha organizzato un pellegrinaggio ad Ascoli Piceno.

Una domenica emozionante quella vissuta da oltre cento cantaliciani lo scorso 16 settembre. Spinti da alcuni punti in comune, come la devozione per Sant’Emidio e la patrona Maria Santissima delle Grazie, il comitato festeggiamenti di Cantalice ha organizzato una gita in pullman per Ascoli Piceno, con visita alla splendida cattedrale, elevata alla dignità di basilica minore nel 1857 da papa Pio IX.

«Abbiamo ricevuto un’accoglienza calorosa, addirittura commovente – raccontano i partecipanti alla gita – , al punto che non credo dimenticheremo mai. Addirittura siamo stati invitati formalmente dal parroco don Angelo Ciancotti a partecipare alla solenne processione che la diocesi di Ascoli Piceno ha in programma per il prossimo 14 ottobre.

Dopo la Santa Messa nella maestosa cattedrale di piazza Arringo, il priore della confraternita della Madonna delle Grazie di Cantalice è stato invitato a lasciare un pensiero sul “Libro d’oro” dei pensieri, ricevendo in dono dalla parte della comunità ascolana una significativa pergamena.

Un’esperienza che ha unito in una sorta di emozionante gemellaggio le due parrocchie, con l’auspicio di ritrovarsi presto insieme per condividere la stessa emozione e la stessa sentita devozione per la Madonna delle Grazie.

 

 

Rispondi