Salute

Cura della persona: per la prima volta a Rieti il gruppo “Esplorare i sentimenti”

A Rieti, nei locali di piazza San Rufo 22, ha iniziato la sua attività il gruppo per le abilità sociali e la regolazione emotiva, “Esplorare i sentimenti,” per ragazzi tra gli 8 e i 13 anni: le attività sono adatte a tutti i bambini con difficoltà nella sfera della regolazione emotiva.

A Rieti, nei locali di piazza San Rufo 22, ha iniziato la sua attività il gruppo per le abilità sociali e la regolazione emotiva, “Esplorare i sentimenti,” per ragazzi tra gli 8 e i 13 anni. Il gruppo “Esplorare i sentimenti” è frutto della collaborazione tra la Onlus “Colora L’Arcobaleno” e il Consultorio Familiare Sabino – Diocesi di Rieti che finanziano quasi interamente il progetto.

Le attività sono adatte a tutti i bambini con difficoltà nella sfera della regolazione emotiva, così come per bambini ADHD o con condizioni dello Spettro Autistico lievi.

Il progetto trova una solida base nelle strategie tipiche della terapia cognitivo comportamentale, si arricchisce di accorgimenti e strumenti specificamente progettati per la popolazione autistica come attività di giochi di ruolo ed esercizi pratici in situazioni di vita reale. Con la partecipazione ogni bambino avrà informazioni e attività utili per esplorare i sentimenti di gioia, rilassamento e rabbia.

Ampio spazio sarà riservato anche all’utilizzo di strategie utili a migliorare le abilità di lettura della mente tipica (TOM), quali le Nuove storie sociali e le Conversazioni a fumetti, sviluppate da Carol Gray ed ampiamente diffuse in qualsiasi intervento volto a migliorare le competenze emotive e sociali nella popolazione autistica.

Lo scopo principale dell’Educazione cognitivo affettiva è quello di comprendere il perché proviamo delle emozioni, qual è il loro uso adeguato, quello inadeguato e l’identificazione dei vari livelli di espressione delle emozioni.

Un principio basilare è quello di esplorare un’emozione alla volta, e renderla a sua volta il tema del progetto. Questo ciclo si focalizzerà sulla rabbia. Il rivoluzionario metodo del professor Attwood per la comprensione e la gestione delle emozioni.

In Esplorare i sentimenti Tony Attwood elabora un programma di Terapia Cognitivo Comportamentale, unica terapia consigliata dalle Linee Guida 21 dell’Istituto Superiore di Sanità per il trattamento del disturbo d’ansia e la gestione della rabbia nei bambini con Sindrome di Asperger e con Autismo ad Alto Funzionamento.

Il progetto è curato da psicologi ed educatori di CuoreMentelab (diagnosi, intervento, formazione e ricerca sulla neurodiversità dal bambino all’adulto) che nasce per venire incontro alle esigenze di famiglie ed adulti con varie condizioni di neurodiversità, all’insegna della professionalità e della creatività: «Noi desideriamo un mondo in cui la diversità nel modo di percepire e rapportarsi con la realtà sia messa a frutto della società e non emarginata. Per questo ci impegniamo nella diffusione della ricerca, nella condivisione di informazioni, nell’ascolto di testimonianze e nel supporto delle persone, famiglie e professionisti. Abbracciamo la neurodiversità e valorizziamo le persone nello spettro autistico. Questa è la nostra missione».

Rispondi