Cultura: prima edizione di “Tortona città della musica”, inaugurazione il 23 settembre

La città di Tortona, nel basso Piemonte (provincia di Alessandria), ospiterà la prima ‘Settimana della musica’ in occasione del 60° della morte del grande musicista tortonese il Maestro Lorenzo Perosi che si spense il 12 ottobre 1956 all’età di 84 anni.

Lorenzo Perosi, autore di una rivoluzionaria riforma del canto nella liturgia, compose oratori, Messe polifoniche e mottetti che si diffusero presto in tutto il mondo; la produzione di ispirazione laica rilanciò in tutta Europa la fama della musica italiana sinfonica dopo Verdi. Si ricorda Perosi inoltre per essere stato “Direttore perpetuo della Cappella musicale pontificia Sistina”, dove sostituì con i fanciulli gli ultimi cantori evirati.
Promossa da diocesi e comune di Tortona, Fondazione CR Tortona, Pro Iulia Derthona e Orionini, la settimana della musica tortonese si svolgerà da martedì 4 a domenica 8 ottobre e sarà inaugurata il 23 settembre con un concerto nella cattedrale di Santa Maria Assunta e San Lorenzo (piazza del Duomo 12) alle ore 21, aperto a tutti. La settimana sarà animata da artisti tortonesi contemporanei come il pianista Umberto Battegazzore e il violinista Vittorio Marchese (concertista internazionale e docente al Conservatorio “Niccolò Paganini” di Genova) e coinvolgerà inoltre giovani promesse dei più importanti conservatori italiani e professionisti quartettisti d’archi di fama. Per la prima volta Tortona si aprirà ai musicisti e amatori di tutta Italia (‘Invasioni musicali’), che potranno venire a suonare liberamente nelle strade e nelle piazze del centro storico dove il 7 e l’8 ottobre saranno a disposizione quattro pianoforti di cui uno a mezza coda che sarà collocato con la piazza libera, davanti alla cattedrale. Più di 15 postazioni indicate da un “bollino rosso” saranno a disposizione per chi vorrà esibirsi dalle ore 15 alle ore 23. L’8 ottobre sarà dedicato in particolare ai cori che arriveranno sia dalla diocesi che dal resto d’Italia. In calendario anche laboratori didattici aperti alle scuole e soprattutto ai bambini dai 5 al 12 anni.

Rispondi