Convocato il Consiglio comunale, Alberghiero e Rieti-Torano nell’ordine del giorno

Il presidente del Consiglio, Gian Piero Marroni, ha convocato per mercoledì 2 dicembre alle 15, una seduta del consiglio comunale con il seguente ordine del giorno:

1-2-3) Comunicazioni, interrogazioni e mozioni;

4) Lavori di somma urgenza per la sistemazione e messa in sicurezza di un tratto di via Coste, frazione Poggio Perugino, a seguito di ampliamento di movimento franoso. Approvazione perizia giustificativa;

5) Variante urbanistica semplificata per la realizzazione dell’Istituto Alberghiero nel Comune di Rieti. Ente procedente: Provincia di Rieti. Disposizione di efficacia della delibera consiliare n. 21 del 7 aprile 2014;

6) Variante urbanistica semplificata per la realizzazione della strada extraurbana secondaria Rieti-Torano (S.R. 578) stralcio Grotti-Ville Grotti, opere complementari, prolungamento asse stradale dalla progressiva 3+083 km alla progressiva 4+258. Ente procedente: Provincia di Rieti. Adozione variante al PRG;

7) Integrazione del regolamento di contabilità adottato con deliberazione di consiglio comunale n. 30 del 21 luglio 2014. Individuazione dei criteri per il riconoscimento dei debiti fuori bilancio;

8) Ratifica deliberazione di giunta comunale n. 163 del 13 ottobre 2015 avente ad oggetto: variazione al bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2015 (servizi sociali);

9) Ratifica deliberazione di giunta comunale n. 158 del 6 ottobre 2015 avente ad oggetto: variazione bilancio di previsione 2015. Ratifica deliberazione di giunta comunale n. 159 del 6 ottobre 2015 avente ad oggetto: variazione bilancio di previsione 2015 (ufficio Teatro);

10) Ratifica deliberazione di giunta comunale n. 159 del 6 ottobre 2015 avente ad oggetto: variazione bilancio di previsione 2015 (ufficio Teatro)

11) Ratifica deliberazione di giunta comunale n. 184 dell’11 novembre 2015 avente ad oggetto: variazione al bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2015;

12) Riconoscimento della cittadinanza benemerita alla Dott.ssa Nicoletta Gnan, ricercatrice presso il CNR.

Rispondi