Consiglio d’Europa: incontro su dimensione religiosa del dialogo interculturale. Educare per prevenire la radicalizzazione

(Strasburgo) “Il ruolo dell’educazione nella prevenzione della radicalizzazione che conduce al terrorismo e all’estremismo violento”: sarà il tema principale dell’Incontro 2016 del Consiglio d’Europa sulla dimensione religiosa del dialogo interculturale. L’evento si svolgerà al Palais de l’Europe a Strasburgo, sede del CdE, il 9 e 10 novembre, dopo il Forum mondiale della democrazia. “L’incontro offre una piattaforma di scambio tra pubblici poteri, comunità religiose, organizzazioni di convinzioni non religiose e la società civile in senso lato, per esaminare temi di particolare rilevanza per la dimensione religiosa del dialogo interculturale”, spiega l’ufficio stampa del Consiglio d’Europa. Interverranno all’apertura dei lavori il segretario generale, Thorbjorn Jagland, il presidente dei Delegati dei ministri, l’ambasciatore Katrin Kivi, il presidente dell’Apce, Pedro Agramunt. Quella di quest’anno è la nona edizione dell’incontro e prevede due sotto-temi: “educazione alla cittadinanza democratica nel contesto della diversità culturale e religiosa”; “emancipazione delle donne e ruolo della sfera familiare nella lotta contro la radicalizzazione e l’estremismo violento”. Aderiscono all’iniziativa membri di comunità religiose (cristiani, ebrei, musulmani, buddisti), rappresentanti di convinzioni non religiose, di gruppi interreligiosi, di ong e di organizzazioni giovanili, esperti e membri del mondo accademico.

Rispondi