Ricostruzione

Con «Ricamatrice» si riprende il filo delle abitudini interrotte dal terremoto

(da andareoltre.org) Dal 30 luglio al 4 agosto, nell’Area del gusto di Amatrice si svolge un corso gratuito di ricamo aperto a tutti, dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle 19. A guidare gli alunni la maestra di ricamo Floriana Rinaldi e le collaboratrici Annamaria Cicchetti e Nunziata Renzi.

La simpatica iniziativa, promossa dal Comune di Amatrice e dalla Pro Loco, è nata dalla richiesta di alcune signore del posto. Prima della tragedia del terremoto, il corso si teneva infatti abitualmente. L’iniziativa è dunque un segno di continuità e di ripresa.

La partecipazione delle persone è molto alta: fatto che ha stupito persino le organizzatrici, che non se l’aspettavano. Partecipano persone di tutte le età: dalle signore più anziane alle bambine.

Dietro alla promozione di questa idea c’è innanzitutto la forte motivazione di far rivivere e conservare una tradizione locale, stimolando la partecipazione attiva della gente: un passatempo, certamente, ma anche un sapere da tramandare.

A ognuno dei presenti è dato del materiale da ricamare: un canovaccio con il disegno già pronto, un asciugamano da decorare.

Le organizzatrici naturalmente sono molto felici dell’impatto positivo che ha avuto la loro proposta, e si aspettano che le signore tornino in tante alla prossima edizione di questo piacevole laboratorio, che oltre ad essere un modo per stare insieme e imparare qualcosa, dimostra che il paese vive e che si può fare molto se lo si vuole.

Rispondi