Scuola

Firmato accordo tra IPSSEOA e Riserva Monti Navegna e Cervia

È stato firmato l’accordo per il progetto sul “Potenziamento delle competenze di cittadinanza globale”, tra il presidente della Riserva Naturale Monte Navegna e Monte Cervia, Giuseppe Ricci e Alessandra Onofri, dirigente scolastico dell’IPSSEOA Costaggini.

È stato firmato l’accordo per il progetto sul “Potenziamento delle competenze di cittadinanza globale”, tra il presidente della Riserva Naturale Monte Navegna e Monte Cervia, Giuseppe Ricci e Alessandra Onofri, dirigente scolastico dell’IPSSEOA Costaggini.

Il progetto si pone l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti e le loro famiglie alla conoscenza ed alla messa in pratica di azioni mirate all’idea di sostenibilità in campo agro alimentare e alla corretta comprensione dei parametri per la riduzione dello spreco alimentare, obiettivi indispensabili per il potenziamento delle competenze di cittadinanza globale.

Il progetto è diviso in tre moduli. Il primo ha come obiettivo quello di far conoscere agli studenti, mediante lezioni mirate, le essenze selvatiche, aromatiche e officinali da poter utilizzare in campo gastronomico nell’ottica di una cucina senza sprechi e con utilizzo di prodotti offerti naturalmente dal territorio.

A tal fine verranno effettuate delle visite tecniche presso la Riserva Cervia e Navegna e con personale esperto. Per favorire l’aspetto pratico del progetto è prevista la costruzione di una serra non condizionata per la produzione di essenze aromatiche che verranno utilizzate in occasione della realizzazione dei menù a tema che saranno incentrati anche sul recupero delle eccedenze alimentari cui è dedicato il secondo modulo. Il terzo sarà invece dedicato alla promozione dei prodotti locali con visite guidate e laboratori all’interno della Riserva e con incontri formativi e pratici negli agriturismo e con i produttori locali operanti nei Comuni che rientrano nella Riserva.

«La scuola – dice la Onofri – per la sua valenza educativa, può diventare strumento privilegiato di sensibilizzazione ai suddetti temi, servendosi di moderne tecnologie, lezioni, visite tecniche ed incontri con esperti del settore».

Da parte sua Ricci si dice «molto soddisfatto perché il progetto conferma che lavorando insieme si possono raggiungere importanti risultati, facendo sinergia tra enti si valorizza il territorio e soprattutto si fanno conoscere ai nostri giovani le potenzialità che sono presenti nella nostri luoghi».

Rispondi