Chiesa di Rieti

Che lo Spirito Santo mandi dal cielo un raggio di luce

Tutta l’opera della salvezza, che nasce dal mistero pasquale, si attua principalmente mediante l’azione sacramentale della Chiesa cioè mediante la liturgia: essa è tutta un’attività che si svolge sotto l’influsso dello Spirito Santo

Tutta l’opera della salvezza, che nasce dal mistero pasquale, si attua principalmente mediante l’azione sacramentale della Chiesa cioè mediante la liturgia. Essa è tutta un’attività che si svolge sotto l’influsso dello Spirito Santo. Il battesimo è rigenerazione dall’acqua e dallo Spirito Santo. La cresima è il sigillo dello Spirito Santo. Come gli apostoli imponevano le mani e conferivano lo Spirito Santo così fa il Vescovo, successore degli Apostoli, nella Cresima. Nella celebrazione eucaristica la Chiesa invoca lo Spirito Santo perché santifichi il pane e il vino e li converta in corpo e sangue di Cristo. L’Eucaristia dà la vita eterna ma la vita è lo Spirito Santo.

È lui il Signore che dà la vita, come professiamo nel Credo. Gesù, prima di dare agli apostoli il potere di rimettere i peccati, disse loro: “Ricevete lo Spirito Santo”. Il peccato è morte che viene da Satana. La remissione dei peccati è opera di santificazione operata dallo Spirito Santo. Il matrimonio come sacramento è un segno di unione e di amore fra Cristo e la Chiesa e perciò prende tutto il suo significato dal principio di unità e di amore che è lo Spirito Santo. Nel sacramento dell’Ordine il Vescovo impone le mani sul candidato e invoca lo Spirito Santo con queste parole: “Effondi in lui lo Spirito Santo, che lo fortifichi con i sette doni della tua grazia, perché compia fedelmente l’opera del ministero”. Nell’unzione degli infermi il sacerdote dice: “Ti aiuti il Signore con la grazia dello Spirito Santo.

Lo Spirito è la vita della Chiesa. Il dono dello Spirito Santo non è un evento incapsulato nella storia ma è permanente effusione sulla vita della Chiesa: «Senza lo Spirito Santo, Dio è lontano, il Cristo resta nel passato, il Vangelo è lettera morta, la Chiesa una semplice organizzazione, l’autorità una dominazione, la missione una propaganda, il culto un’evocazione e l’agire cristiano una morale da schiavi. Ma nello Spirito Santo il cosmo si solleva e geme nelle doglie del parto, il Cristo Risuscitato è presente, il Vangelo è potenza viva, la Chiesa è comunione trinitaria, l’autorità è servizio liberatore, la missione è Pentecoste» (Ignatios di Latakia).

Prega spesso la sequenza di Pentecoste e dì allo Spirito Consolatore: «Vieni, Santo Spirito, e manda a noi dal cielo un raggio della tua luce».

Rispondi