Il centro storico di Marcetelli protagonista con il softair

Il softair sbarca nel comune di Marcetelli dove da tutta la provincia sono arrivati circa 30 ragazzi dell’associazione sportiva Tat che, grazie alla bella esperienza e alla collaborazione dell’amministrazione e della Riserva Cervia e Navegna, hanno gettato le basi per nuove partecipazioni future.

Arrivati  al campo base della missione, individuato nell’ostello, i partecipanti hanno impostato strategie, missioni e sistemi di gioco per poi diventare operativi e animare le vie del centro abitato tra la sorpresa prima, e la curiosa partecipazione poi, dei residenti stessi.

“Sono rimasto colpito – ha dichiarato il consigliere  Valerio Vespa –  da come i ragazzi si sono integrati nell’ambiente: tutti bravissimi, rispettosi del luogo e delle persone presenti in paese. A prescindere dall’attività sportiva, per noi amministratori l’obiettivo deve essere quello di instaurare continui rapporti di collaborazione con tutte le associazioni disponibili ad organizzare eventi nel nostro territorio e quindi arricchire il calendario degli eventi. A breve si tornerà in paese con la Croce Rossa, per la giornata della donazione del sangue, e poi con l’estate marcetellana, la giornata di studio con scienza impresa e nuovamente con la mostra micologica”.

Tornando invece al softair, dopo una giornata di sport i partecipanti si sono rifocillati da  “Mamalanda” e il tutto con il “battesimo” del presidente dell’associazione Tat: “Molti ragazzi sono stati a Marcetelli per la prima volta e sono rimasti decisamente contenti dal contesto ambientale e dalla disponibilità dei residenti che hanno arricchito questa esperienza d’esordio in un centro storico”. “Come dimostrato in questo e in altri eventi, si può fare sport all’interno della Riserva naturale – dichiara Il direttore della Riserva Dr. Gallo – l’importante è che siano concordati e concertati tra le parti, nel rispetto dell’ambiente”.

Rispondi