Archivi della categoria: Nel Mondo

Boston prega per i suoi morti

Messaggio dell’Arcidiocesi guidata dal cardinale O’ Malley: vicina alle vittime e all’intera popolazione cittadina. Un sacerdote della chiesa Our Lady of the Victories: «Se quelle bombe fossero scoppiate un’ora prima avrebbero potuto causare ancora più vittime». Fra i primi soccorritori, gli stessi maratoneti. In tanti hanno continuato la loro corsa oltre il traguardo per arrivare a donare il sangue all’ospedale Mass General hospital. Una grande … Continua a leggere Boston prega per i suoi morti »

USA: dai cattolici: no alle armi

Un’autentica mobilitazione contro il possesso e un fermo no alla “gun culture”, molto diffusa in alcune aree del Paese. Lettera aperta al Senato dal vescovo Stephen Blaire. Duro intervento sul «Washington Post» della portavoce della Conferenza episcopale americana, Ann Mary Walsh. Un sostegno indiretto alla campagna di Obama che punta all’approvazione di una nuova normativa per intensificare i controlli su chi intende acquistarle. Rifiutare con … Continua a leggere USA: dai cattolici: no alle armi »

Siria e Libano: destini incrociati

confine siria libano

La crisi del regime di Assad e le conseguenze sulla stabilità del Paese dei Cedri, nelle preoccupazioni dell’arcivescovo libanese Atallah. Siria e Libano: la distinzione tra questi due Paesi una volta non c’era. È una creazione degli occidentali che negli anni Venti si spartirono, dopo il collasso, l’Impero Ottomano. Accadde che alla fine della prima guerra mondiale, dopo Versailles, la Società delle Nazioni affidò la … Continua a leggere Siria e Libano: destini incrociati »

Egitto in bilico: Tahrir, due anni dopo

Cairo, 28 gennaio: proseguono le proteste in Egitto

L’opposizione torna nella piazza dove tutto cominciò, ma per dare un’altra spallata al presidente Morsi. Si celebra in questi giorni il secondo anniversario della rivoluzione pacifica che in Egitto ha fatto cadere Hosni Mubarak. Fu un risultato faticoso ottenuto grazie a milioni di persone che sfidarono il coprifuoco e le armi del regime. Al Cairo dal 25 gennaio 2011 decine di migliaia di manifestanti presidiano … Continua a leggere Egitto in bilico: Tahrir, due anni dopo »

Dottrina sociale: ideologia del gender, un nuovo colonialismo?

gender

Il vescovo Crepaldi: l’Occidente, con la sua ideologia del gender, va alla conquista culturale dell’America Latina. La “colonizzazione della natura umana”, ossia le enormi pressioni internazionali affinché i governi cambino la loro tradizionale legislazione sulla procreazione, sulla famiglia e sulla vita. È questo, secondo il suo direttore, mons. Giampaolo Crepaldi, il “dato nuovo” che emerge dal quarto Rapporto dell’Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuan sulla Dottrina … Continua a leggere Dottrina sociale: ideologia del gender, un nuovo colonialismo? »

Giornata della lebbra: al capezzale della Liberia

Liberia

La guerra civile ha favorito la risorgenza della malattia. Il mondo non può stare a guardare. In Liberia si assiste a un fenomeno di risorgenza della lebbra dopo la guerra civile durata 15 anni. La tragicità dei fatti e la concomitante celebrazione della 60ª Giornata mondiale dei malati di lebbra (27 gennaio) sono stati il fulcro del convegno etico-scientifico “Lebbra: flagello o malattia? Profili medico-epidemiologici. … Continua a leggere Giornata della lebbra: al capezzale della Liberia »

Giordania, un’isola di stabilità

Giordania: la capitale Amman

Alta affluenza. Sconfitti i Fratelli Musulmani che chiedevano il boicottaggio. Come era nelle previsioni, i tradizionalisti fedeli a re Abdallah hanno conquistato la maggioranza nel nuovo Parlamento giordano uscito dalle elezioni del 23 gennaio, boicottate dai Fratelli Musulmani, forza principale dell’opposizione, in segno di protesta contro l’assenza di riforme politiche e contro una legge elettorale ritenuta ingiusta. I risultati, non ancora definitivi, consegnano un’assemblea non … Continua a leggere Giordania, un’isola di stabilità »

Gli USA e il popolo di Obama

Washington, 21 gennaio: il giuramento di Barack Obama all'inizio del suo secondo mandato come presidente degli Stati Uniti

Ma il sostegno può non bastare, in assenza di una maggioranza al Congresso. Lungo la Pennsylvania Avenue la folla è di nuovo impazzita al passaggio di Obama e Joe Biden con le loro mogli. Quattro anni fa, quando Obama aveva sfilato per la prima volta tra quella folla commossa, il Paese era soffocato da una crisi economica pesantissima provocata da chi aveva voluto la deregulation … Continua a leggere Gli USA e il popolo di Obama »

Giordania: questo è un voto utile

Giordania: la capitale Amman

Per favorire la transizione verso una vera monarchia costituzionale. Sono quasi 2 milioni e 300 mila i cittadini giordani chiamati alle urne, domani, per scegliere, tra i 1.425 candidati (tra cui 191 donne), i 150 deputati che andranno a formare la Camera bassa del Parlamento. Nove dei seggi in palio sono riservati a candidati cristiani disseminati in diverse liste. Per la prima volta, poi, il … Continua a leggere Giordania: questo è un voto utile »

Francia, islamisti isolati

Mali, 21 gennaio: un soldato maliano con le bandiere del suo Paese e della Francia

Mons. Michele Dubost: «Dimostrare che è possibile vivere insieme». Mentre proseguono i raid aerei francesi sulle principali città del Nord del Mali, più a Nord, oltre il confine algerino, gruppi di jihadisti armati hanno assaltato un giacimento petrolifero gestito dalla compagnia britannica Bp. Oggi, in Algeria si cerca di stilare l’esatto bilancio degli ostaggi morti nel blitz finale che ha permesso sabato scorso di liberare … Continua a leggere Francia, islamisti isolati »

Israele al voto: verso l’unità nazionale

Israele

Centro-destra coeso. Sinistra ancora divisa. La novità e l’alternativa del movimento dei coloni di Bennet. Il 22 gennaio si vota in Israele. Una tornata elettorale che acquista ulteriore significato anche alla luce dei precari equilibri politici dei Paesi confinanti, quali Libano e Giordania. Per non parlare delle tensioni in Egitto e della crisi siriana. La campagna elettorale in Israele ha mostrato, secondo numerosi analisti, una … Continua a leggere Israele al voto: verso l’unità nazionale »

Mali e Algeria: il sogno interrotto

Mali, 17 gennaio: soldati togolesi arrivano a Bamako per partecipare all’offensiva contro i ribelli islamici

Un terribile intreccio di fondamentalismo, miseria, interessi economici e politici. Per vent’anni il Mali ha rappresentato per l’Africa il sogno del passaggio dalla dittatura alla democrazia. “Le rêve malien”, “il sogno del Mali”, iniziò nel 1991, quando Amadou Toumani Touré guida una rivolta militare che abbatte Moussa Traoré, il dittatore che aveva governato nel sangue il Paese per ventitré anni. Appena insediato Att, come tutti … Continua a leggere Mali e Algeria: il sogno interrotto »

Unità dei cristiani: con le braccia aperte

Paria o dalit, i fuori casta nel sistema sociale e religioso induista

Inizia domani la settimana di preghiera dedicata ai Dalit: intervista con il card. Kurt Koch. Vivere per la giustizia e la pace, combattere ogni forma di odio, razzismo, emarginazione per “una società costruita sulla dignità, sull’uguaglianza, sulla fraternità”. Questo l’impegno che i cristiani delle diverse Chiese intendono prendere preparandosi a vivere insieme la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani che si celebra dal 18 … Continua a leggere Unità dei cristiani: con le braccia aperte »

Siria: negli occhi dei bambini

Siria bambino

La città e gli ospedali di Aleppo: il racconto di un medico siriano che vive in Italia. Una settimana in Siria, nella città di Aleppo. È la guerra vista da un medico, Mohamed Nour Dachan, delegato per l’Italia del Consiglio nazionale siriano che da 38 anni vive ed opera nel nostro Paese. È tornato nella sua terra di origine. È riuscito ad entrare via terra, … Continua a leggere Siria: negli occhi dei bambini »

Terra Santa: da una scatola di cartone

Betlemme: un'aula della Crèche, l’orfanotrofio, ora anche asilo, istituito dalle Figlie della Carità di San Vincenzo de Paoli nel 1905

Terra Santa: Karim e i bambini accolti alla Crèche di Betlemme. Nascere a Betlemme, nella città Gesù dopo duemila anni e non avere non solo un tetto, ma nemmeno i genitori. È la storia di Karim, nome che significa ‘il generoso’, bambino di soli tre mesi, abbandonato dalla madre in strada, dentro una piccola scatola di cartone. Trovato da un passante, grazie all’intervento della polizia, ora … Continua a leggere Terra Santa: da una scatola di cartone »

Terra Santa, la Chiesa del Calvario

Il patriarca latino di Gerusalemme, Fouad Twal

Il Patriarca Twal ai pellegrini in Terra Santa: ”Non abbandonateci”. «Venite in Terra Santa a riscoprire le radici della vostra fede. Non abbandonateci. Abbiamo bisogno di voi, per poter portare avanti la nostra missione qui, nella terra dove Gesù è nato, vissuto, morto e risorto, tra i credenti ebrei ed islamici. Non lasciateci soli». Le parole del patriarca latino di Gerusalemme, Fouad Twal, sono risuonate ieri mattina … Continua a leggere Terra Santa, la Chiesa del Calvario »

Medio Oriente: a rischio di frammento

Sulla situazione in Medio Oriente esprime forti preoccupazioni mons. Giacinto Boulos Marcuzzo vicario patriarcale per Israele del Patriarcato latino di Gerusalemme. Guardando alla Terra Santa coinvolta in un intreccio di tensioni e violenza a maggior motivo sono da sostenere e incentivare i pellegrinaggi in Terra Santa. «C’è stata una crescita di pellegrini – dice mons. Marcuzzo – ma non siamo ai livelli di due o tre … Continua a leggere Medio Oriente: a rischio di frammento »

Niente scapaccioni ai figli. Riflessioni a margine di una ”scoperta” Usa

Come educare i figli? I media rilanciano l’ultima “scoperta” che viene dagli Stati Uniti: abbracci, elogi, incoraggiamenti. Al bando i castighi, le sgridate, naturalmente niente scapaccioni. E via con i confronti: tra la mamma-tigre cinese, tutta disciplina e severità, alla mamma cocker italiana, pasticciona, agitata, tuttofare. Senza dimenticare i padri – che già a volte si dimenticano da soli – definiti “aquila” quando sono rigidi … Continua a leggere Niente scapaccioni ai figli. Riflessioni a margine di una ”scoperta” Usa »

Egitto: quale piega prenderà?

«Sono da un po’ di tempo, in attesa del visto di rientro per l’Egitto. È stato ed è, per me, un periodo di sofferenza e insieme di speranza. Ho riposto tutto nelle mani del Signore e per questo vivo nella pace. In Egitto, come in tante parti del Medio Oriente, il percorso verso una nuova realtà socio-politico-religiosa stenta a decollare». Inizia così la testimonianza di … Continua a leggere Egitto: quale piega prenderà? »

Massacro in Nigeria: il Corano e il Vangelo

Possiamo davvero credere che l’uno si possa armare contro l’altro? Sangue è sangue. Non conta il colore della pelle, non conta l’appartenenza etnica, non conta l’adesione religiosa: sangue è sempre sangue di persona umana. Sangue non può che generare sangue, violenza accrescere violenza, l’esponente crescerà a dismisura. Osserviamo i notiziari, i giornali, sono striati di sangue, ormai abbiamo varcato il confine del rispetto: non esiste … Continua a leggere Massacro in Nigeria: il Corano e il Vangelo »