Archivi della categoria: Monti della Laga

Il Festival della Speranza a Illica di Accumoli. Il Maric inaugura la “Casa della Cultura”

Il centro polifunzionale di Illica costruito con i fondi raccolti dagli artisti del Movimento sarà ufficialmente inaugurato il 21 settembre alla presenza delle autorità. Seguirà un’anteprima del Festival della Speranza che prenderà vita e si ripeterà con cadenza annuale dal prossimo anno, con esposizioni e performance artistiche realizzate dal M.A.R.I.C.

Ad Accumoli si parla di beni culturali, «parte dell’identità del paese»

Si è tenuto ad Accumoli, presso la sala “Accupoli”, il convegno “Le Pietre e la Memoria, il patrimonio culturale del territorio di Accumoli tra presente e futuro”, volto a far conoscere la bellezza delle opere presenti in queste terre sia dal punto di vista storico che da quello del recupero dopo il sisma

ProMis e Andareoltre.org: la pazienza di ricostruire e la passione di raccontare

Nati sotto la spinta del terremoto per sostenere la popolazione colpita e contribuire alla rinascita dei paesi del cratere e delle loro comunità dal punto di vista materiale e umano: sono l’impresa sociale ProMis, Progetto Missioni, e il sito di informazione www.andareoltre.org, collegato al settimanale diocesano “Frontiera”

La Messa in ricordo delle vittime di Amatrice, il vescovo: «Occorre una visione d’insieme, senza cadere nell’ingenuità di cavarsela da soli»

Ha fatto appello a una «visione d’insieme» e a uno «sguardo condiviso» monsignor Pompili, durante la Santa Messa in ricordo delle vittime di Amatrice, per la ricorrenza del terribile terremoto dell’agosto 2016

La notte di memoria di Amatrice, il vescovo: «Se viene meno la fiducia reciproca il cammino non si riprende mai»

«Dobbiamo andare oltre le nostre stagne paratie, superando giudizio e pregiudizio e confidando l’uno negli altri, altrimenti non si va avanti», ha detto monsignor Pompili durante la veglia in memoria delle vittime del terremoto di Amatrice

Cento anni per l’Opera di don Minozzi, il vescovo: «“Casa del Futuro” un cronoprogramma serrato ma realistico»

Intervenuto ad Amatrice per il centenario dell’Opera nazionale per il Mezzogiorno d’Italia, il vescovo Domenico ha illustrato l’ambizioso cronoprogramma della “Casa del Futuro”, per andare avanti ritrovando lo spirito e il sentimento di don Minozzi