Archivi della categoria: Social Week

Uno scricciolo che fa la differenza

“Ho imparato che non sei mai troppo piccolo per fare la differenza”. Sembra uno scricciolo mentre, il 14 dicembre scorso, dalla tribuna della Cop24 di Katowice, parla ai grandi della terra. Uno scricciolo dallo sguardo sicuro, incorniciato da due lunghe trecce e abbracciato dalle bandiere delle Nazioni Unite e della Polonia che campeggiano alle sue spalle. “Non mi importa di essere impopolare, mi importa della … Continua a leggere Uno scricciolo che fa la differenza »

#OceanDay: hashtag della settimana

Lo slogan scelto per il 2017 è “I nostri oceani, il nostro futuro”, con una nota particolare sull’inquinamento derivato, in particolar modo, da bottiglie e sacchetti di plastica: ce n’è talmente tanta che, secondo un recente studio, potrebbe addirittura superare (per peso) la quantità di pesce entro il 2050, se non si inverte la rotta.

Cyberbullismo: un punto di partenza

È finalmente stata approvata qualche settimana fa la legge sul cyberbullismo, dopo un iter lungo e faticoso (è durato anni). Nonostante, infatti, la Camera abbia approvato il testo con 432 voti favorevoli, zero contrari e un solo astenuto, la legge era stata rimbalzata per tre volte tra il Senato e la Camera stessa. Si tratta di un punto di partenza, come ha ribadito la relatrice … Continua a leggere Cyberbullismo: un punto di partenza »

In risposta al terribile “Blue whale” nascono in rete molte iniziative

La scorsa settimana avevamo parlato del drammatico fenomeno del “Blue Whale”, il “gioco” social che spinge al suicidio, sottolineando quanto la rete possa esasperare un disagio fino a portare ad atti drammatici. Ebbene, la rete può anche creare fenomeni opposti, che tentano di usare la forza dei social per promuovere messaggi positivi e per contrapporsi a quelli negativi. Proprio per questo, tante sono le iniziative … Continua a leggere In risposta al terribile “Blue whale” nascono in rete molte iniziative »

8 marzo 2017: un giorno all’insegna di donne concrete

Vorrei che questo 8 marzo fosse all’insegna di donne concrete, quelle di cui la cronaca di questo periodo ci ha mostrato il volto, ci ha consegnato le storie. Sono tante le immagini che passano davanti agli occhi: quella di molte donne comuni, con la loro vita di corsa, animata dal desiderio e dalla responsabilità di prendersi cura, di avere la testa a tutto, di tenere insieme una quantità di mondi che chiedono attenzione, competenza, parole, silenzi, misura. E tutto animato dalla stessa attitudine a uscire da sé per farsi attente agli altri. E se si allarga lo sguardo, si vedono folle di donne coinvolte in situazioni drammatiche…