Archivi della categoria: Tutto casa e Chiesa

Vergine e Madre, Figlia del Figlio

La Madonna, Maria di Nazaret, è stata cantata da poeti e dipinta da pittori, raffigurata da artisti, modellata da scultori, scrutata da tutti coloro che hanno voluto coglierne aspetti umani, privilegi “divini” e particolari che ne esaltino l’unicità. Colui che forse più di tutti ha saputo descriverla e cantarla è il Poeta Dante Alighieri. Nel trentatreesimo canto del Paradiso, Dante pone sulle labbra di San … Continua a leggere Vergine e Madre, Figlia del Figlio »

Ma… donne

«Era il maggio odoroso…» direbbe il poeta, ma per noi cattolici e un po’ “madonnari” il mese di maggio è il mese di Maria, anche se il vero mese mariano è l’Avvento, in cui anche i testi biblici della Messa sfiorano quasi ogni giorno quella maternità straordinaria di Maria, in modo a volte esplicito, ma il più delle volte criptico e allusivo. La pietà popolare, … Continua a leggere Ma… donne »

Scelte profetiche per cambiare le parrocchie

Sul numero di «Jesus» di aprile appare un’interessante intervista al vescovo emerito di Poitiers, Albert Rouet, uno dei pastori più innovatori della Francia. Nella sua diocesi ha realizzato nel corso di un ventennio un progetto ambizioso: parrocchie affidate a tre o quattro laici che si occupano di carità, catechesi, liturgia e amministrazione; un sacerdote segue più comunità, ma si dedica soprattutto alle celebrazioni che i … Continua a leggere Scelte profetiche per cambiare le parrocchie »

Rieti violenta e media: tra il vero e il falso

Nei giorni scorsi due notizie hanno occupato le testate del nostro territorio: quella di atti di bullismo nei confronti di un giovane che non si può difendere da solo – approfondita su «Frontiera» con un’intervista alla madre – e quella di una giovane che si è inventata di essere stata violentata nei bagni della stazione, salvo essere stata smascherata dalle videocamere di sorveglianza, dalle quali risulta … Continua a leggere Rieti violenta e media: tra il vero e il falso »

Je suis chrétien

Non è forse il caso di cominciare a pensare in modo diverso le nostre battaglie culturali? Cominciare a riflettere sulla nostra identità culturale che non nasce con la rivoluzione francese o con l’illuminismo, ma ben prima e su ben diversi capisaldi? L’ultimo scorcio di quaresima è stato inondato dal sangue dei martiri cristiani, trucidati dalla furia irrazionale di chi pensa di uccidere in nome di … Continua a leggere Je suis chrétien »

Libertà di parola e di espressione del pensiero a senso unico

Fino a poco tempo fa pensavo che “Dolce e Gabbana” fossero pseudonimi coniati ad arte, non pensavo fossero cognomi, in verità bene accoppiati, che sono diventati un marchio di tutto rispetto; non pensavo neppure che fossero una coppia. Sono venuti alla ribalta non per qualche nuovo profumo o per qualche abito raffinato, ma perché hanno detto, proprio loro, che la famiglia “tradizionale” è quella vera … Continua a leggere Libertà di parola e di espressione del pensiero a senso unico »

Le parrocchie al centro del rinnovamento culturale

La crisi economica ha colpito molti aspetti della vita sociale e culturale; e si deve riconoscere che uno degli aspetti più colpiti è proprio la cultura nei suoi molteplici risvolti e a più livelli. Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali è un vero Ministero “senza portafoglio”, ma nel senso etimologico della parola. Giustamente si cerca di privilegiare ciò che è più importante, … Continua a leggere Le parrocchie al centro del rinnovamento culturale »

Mimose gialle tinte di rosso

Il “festival dell’ipocrisia” lo definisce così il mio amico e collega Fulvio Iampieri di Rete Zero, quello che ci fa essere tutti romantici l’otto marzo e che ci fa riempire non più solo vasi di fiori di vere mimose, ma di mimose virtuali facebook, watsapp e wechat. Tutti a dire cose belle delle donne e alle donne e tutte le donne ad autoelogiarsi, come quelle … Continua a leggere Mimose gialle tinte di rosso »

Un anno contro il lavoro

È un anno che Matteo Renzi è Capo dell’Esecutivo e le politiche sul lavoro che sta mettendo in atto hanno reso molto doloroso il rapporto degli italiani con il futuro, con la loro fiducia in una vita dignitosa. Il governo e il parlamento hanno usato tutto il tempo a disposizione e tutte le loro energie per approntare riforme che non servono e di cui non … Continua a leggere Un anno contro il lavoro »

Poca cultura, tanta guerra

Il momento è serio, e papa Francesco lo ha detto forse prima di tutti: è la terza guerra mondiale, a pezzi, a macchia di leopardo, ma di guerra si tratta; finché siamo stati fuori dai riflettori non ce n’è importato troppo, ora che i “califfi” stanno a «sud di Roma» qualcuno si comincia a preoccupare. Su Facebook si leggono proclami patriottici da parte di giovani … Continua a leggere Poca cultura, tanta guerra »

Mattarella, i grandi vecchi e i… piccoli giovani

L’Italia ha un nuovo presidente della Repubblica. Si sono sprecate trasmissioni celebrative e manifestazioni di orgoglio nazionale, volte ad esaltare le virtù umane e professionali del neopresidente. In queste ore Mattarella si accinge a fare il giuramento di fedeltà alla Costituzione e a fare il suo discorso “programmatico”. Programmatiche, forse più di tutto, sono state le sue prime parole sulle “speranze e difficoltà” del popolo … Continua a leggere Mattarella, i grandi vecchi e i… piccoli giovani »

Un Papa per tanti figli

L’uscita di Papa Francesco sulla procreazione responsabile ha suscitato un notevole dibattito nella stampa nazionale, e non solo, e una timida reazione a livello locale, con un misurato ma molto chiaro articolo di Francesco Saverio Pasquetti, in buona parte da sottoscrivere, se non fosse per alcuni punti che suscitano qualche perplessità. Il nocciolo della faccenda è la Humanae Vitae di Paolo VI, che dette una … Continua a leggere Un Papa per tanti figli »

Moi, je suis désolé, je ne suis pas Charlie

Moi, je suis désolé, je ne suis pas Charlie. Sono desolato ma non sono Charlie. Sull’onda dell’emozione in molti hanno whatsappato matite ed esposto striscioni: «Io sono Charlie». La scritta è apparsa anche dal balcone del Municipio di Rieti. E tutti hanno cercato di inneggiare alla liberté: libertà di espressione del pensiero, di fare satira, di prendersela con tutti, di scrivere di tutto. Ma essere … Continua a leggere Moi, je suis désolé, je ne suis pas Charlie »

Nel palazzo papale ci parcheggia il Papa

Ma io dico: che ci sta a fare la macchina del vescovo sotto al vescovado? Saremo mica impazziti tutti? Che se la parcheggi a san Giovanni Reatino! A quanto ci consta, che dalla statua di San Francesco a piazza Mariano Vittori fino a tutte le arcate e tutto il palazzo siano proprietà della diocesi è un falso: come la donazione di Costantino. Per provarlo basterebbe … Continua a leggere Nel palazzo papale ci parcheggia il Papa »

Quando la madre diventa Caino

Non vi son certezze ma solo ipotesi e supposizioni; e dunque ogni conclusione sarebbe affrettata e quindi ingiusta: ma poniamo che sia così, sperando che non lo sia, cioè che la madre di Loris sia quantomeno coinvolta nella morte del figlio. Ci sorgono spontanee alcune domande. Ma veramente è sempre successo? Non sembrano aumentati troppo gli assassini tra le mura domestiche soprattutto a danno dei … Continua a leggere Quando la madre diventa Caino »

Cerimonie e povertà: non solo segni, ma gesti concreti

L’ex cerimoniere pontificio, promosso da Papa Francesco elemosiniere apostolico con il grado di arcivescovo, mons. Konrad Krajewski, per molti don Corrado, ha raccontato al giornale «La Stampa» di aver incrociato sul sagrato della chiesa dove confessa i fedeli un barbone, un italiano che compiva quel giorno 50 anni e di averlo invitato a pranzo. Il barbone ha risposto di sentirsi a disagio per la puzza … Continua a leggere Cerimonie e povertà: non solo segni, ma gesti concreti »

La coscienza degli sfruttatori è più nera della pelle dei rifugiati

Quella dei rifugiati, ospiti in una casa sulla via Salaria per Roma, appena fuori città, è una brutta storia, dietro la quale c’è la sete di soldi e lo stile privo di scrupoli di un manipolo di scriteriati. Non appena si sente odore di soldi, tanti soldi, si costituiscono società e associazioni per mungere la vacca fin dove è possibile. «Frontiera» nel mese di marzo … Continua a leggere La coscienza degli sfruttatori è più nera della pelle dei rifugiati »

La Chiesa, i giornali e puntini sulle “i”

Su alcuni organi di stampa appaiono notizie relative alla diocesi di Rieti e al vescovo Lucarelli che generano non poca confusione nell’opinione pubblica, forse per il fatto che quando non ci sono notizie quello che più “tira” è il sapore di scandalo ecclesiastico. Il vescovo Lucarelli invierà la lettera di rinuncia all’ufficio quando compirà i 75 anni, come fanno tutti e come devono fare pure … Continua a leggere La Chiesa, i giornali e puntini sulle “i” »

“Allouin”, le zucche vuote e il male politicamente corretto

Quella a cui ci prepariamo in questi giorni è ormai una doppia festa: quella popolare, commerciale, scolastica e quella liturgica. Ormai i nostri studenti, non tutti per fortuna, credono che il primo novembre non si va a scuola perché è “allouin”, anche perché le maestre insegnano loro, da circa dieci anni, poesie sulle zucche e cose del genere e non sui santi o sulla memoria … Continua a leggere “Allouin”, le zucche vuote e il male politicamente corretto »

Dio della legge o Dio dell’amore?

Le riflessioni del Cardinale Francesco Coccopalmerio dopo il Sinodo straordinario sulla famiglia. Quando la distanza tra applicazione della norma e vicinanza pastorale diventa molto problematica… Con uno stile pacato e un linguaggio semplice, ma preciso, il cardinale Francesco Coccopalmerio ha tenuto in cattedrale due conversazioni molto apprezzate e seguite. La prima nel coro d’inverno, ove ha incontrato gli insegnanti di Religione, in un clima raccolto … Continua a leggere Dio della legge o Dio dell’amore? »

Famiglia chiesa domestica? No, grazie!

Il Sinodo sulla famiglia sta per chiudersi – solo la prima parte, la seconda ci sarà il prossimo anno – e in molti hanno azzardato commenti e ipotesi anche suggestive. Vedremo cosa accadrà! L’accoglienza delle situazioni di difficoltà e di sofferenza, come le coppie risposate civilmente o conviventi, l’accoglienza per le persone omosessuali, sono sempre state al centro di tutti i documenti della Chiesa in … Continua a leggere Famiglia chiesa domestica? No, grazie! »

Comuni dimenticati da uno Stato sprecone

Gli stati generali dei Comuni dimenticati di Amatrice hanno avuto il sapore, sperando che non lo perdano, di una coscienza rinnovata e una visione critica rispetto al passato nei confronti delle istituzioni: disobbedienza, nel rispetto della legge, ma disobbedienza è stato il concetto di fondo. Anzitutto sindaci di comuni montani e marini, del nord e del sud, hanno dimostrato di avere problemi analoghi e la … Continua a leggere Comuni dimenticati da uno Stato sprecone »

Il pane di Dio nella bocca di Satana

Nella giornata di ieri, all’interno della chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta a Vazia, sono state rubate ostie consacrate, forse da parte di balordi che pensano di giocare con le cose serie; forse da parte di chi si diletta di messe nere e satanismo. Comunque con il chiaro intento di far vedere la profanazione. Se avessero rimesso il tabernacolo a posto, o lo avessero aperto … Continua a leggere Il pane di Dio nella bocca di Satana »

Femminicidio: il compito delle religioni

Sta diventando una carneficina l’uccisione di donne, mogli, fidanzate, compagne, figlie, a motivo del sospetto di tradimento, di accertato tradimento, di decisione di abbandonare il maschio. Spesso ferito più nell’orgoglio che nell’amore, più nell’amore di sé che per altro, più per quello che dice la gente che per un serio esame di coscienza che metta in luce le responsabilità del maschio stesso nella fine del … Continua a leggere Femminicidio: il compito delle religioni »

La politica della nastrìte

Sta per venire l’autunno, forse piovoso, forse secco. Poco importa. Ma i pozzetti di deflusso delle acque piovane a Rieti sono sature di terra, rifiuti e cicche. In via Roma, in tutte le vie del centro, quando pioverà l’acqua non troverà sfoghi se non le vie stesse da cui scenderanno ettolitri di “liquido celeste”. Possibile che nessun consigliere comunale di maggioranza e minoranza se ne … Continua a leggere La politica della nastrìte »

Conflitti senza fine

Papa Francesco ha parlato un paio di volte del fatto che è in corso la terza guerra mondiale “a pezzi”, in varie parti del mondo, senza che si inneschi necessariamente un conflitto planetario che non farebbe bene neppure ai signori della guerra. Come intuizione politico-strategica non è male, anzi è forse il modo che ha usato per smascherare questi attizzatoi di focolai qua e là … Continua a leggere Conflitti senza fine »

Riformare la catechesi: capire chi si ha davanti

Il catechista, e chi si occupa di catechesi, non deve certamente adattare e abbassare il Vangelo alle effettive condizioni dei bambini e dei ragazzi che incontra, ma deve cercare di portarli verso le vette che propone il messaggio cristiano; questo però secondo la legge della gradualità, che non è gradualità della legge (Veritatis Splendor di Giovanni Paolo II). Vale a dire che non dobbiamo adattare … Continua a leggere Riformare la catechesi: capire chi si ha davanti »

“Trenta denari” a Gerusalemme, trenta milioni di euro a Rieti

Chi tiene la cassa viene considerato di solito uomo di potere, ed è vero che è così. Avere la possibilità di gestire i soldi e di stabilire come usarli, soprattutto se appartengono alla collettività, è un potere, ma soprattutto una grande responsabilità. Quando i soldi vengono usati male si sa che prima o poi arriva il redde rationem: qualcuno verrà a chiedere conto di come … Continua a leggere “Trenta denari” a Gerusalemme, trenta milioni di euro a Rieti »

Riformare la catechesi: questione di metodo

Il punto debole della pastorale in generale, un po’ in tutte le parti del mondo, è l’educazione cristiana che si riceve, o si dovrebbe ricevere, in parrocchia, tenendo conto di un minimo di “infarinatura” che dovrebbe dare la famiglia. Punto debole perché inefficace, non incisivo. I giovani dopo la Cresima – lo si ripete ormai da almeno quattro lustri – spariscono dalla parrocchia. Analisi ne … Continua a leggere Riformare la catechesi: questione di metodo »

Santi, Papi e calciatori

Ci si è messo pure il pallone a sottolineare la contrapposizione tra Ratzinger e Bergoglio, tra una visione di Chiesa e il suo altro speculare, tra il rigore benedettino e il pauperismo francescano. La finale della coppa del mondo che ha visto confrontarsi due squadre, come la Germania e l’Argentina, ha suscitato anche ironia sul web tra i due Papi in vita, uno a riposo … Continua a leggere Santi, Papi e calciatori »