Sistema penitenziario

Carceri sovraffollati. La Fns Cisl: a Rieti 67 detenuti oltre la capienza regolare

Un sovraffollamento di 1.222 detenuti, considerato che a fine ottobre risultano 6.492 detenuti reclusi nei 14 istituti del Lazio, a fronte di una capienza regolamentare di detenuti prevista di 5.270 posti.

Un sovraffollamento di 1.222 detenuti, considerato che a fine ottobre risultano 6.492 detenuti reclusi nei 14 istituti del Lazio, a fronte di una capienza regolamentare di detenuti prevista di 5.270 posti.

La casa circordariale di Rieti, in particolare, fa registrare 67 presenze in più. A denunciare la situazione il Segretario Generale Aggiunto Fns Cisl Lazio, che in una nota riporta anche il dato di di Viterbo (+135), Cassino (+109), Frosinone (+140), Latina (+ 64), Civitavecchia (+158), Velletri (+169) e dei carceri romani di Rebibbia (+ 302 uomini) e (+73 donne) e Regina Coeli.

«Nei prossimi giorni – spiega il sindacalista Massimo Costantino – valuteremo i contenuti della Legge di Bilancio e se deludenti», annunciando iniziative in assenza di finanziamenti per i rinnovi contrattuali. «Occorre una nuova legge delega con finanziamenti che consentano un organico riordino delle carriere che dia risposte in particolare alla carriera degli Agenti ed Assistenti ed a quella dei Sovrintendenti e che valorizzi il lavoro della Polizia Penitenziaria e ne salvaguardi l’incolumità durante il servizio», aggiunge Costantino.

Rispondi