Calcio

Cambio di programma: Rieti-Teramo si gioca a porte chiuse

Tramite un comunicato il Rieti aveva annunciato che la partita contro il Teramo di domenica prossima si sarebbe giocata a porte aperte, poi è cambiato tutto

Dietrofront sulle decisioni dei giorni scorsi di far giocare l’esordio stagionale del Rieti, la gara di Coppa contro il Teramo, a porte aperte, a dispetto di quanto stabilito martedì al termine della Commissione Provinciale di Vigilanza e Sicurezza. «Sono chiaramente molto deluso – dichiara il patron Manthos Poulinakis – una serie di decisioni da parte di terzi soggetti ci obbliga a giocare la nostra prima partita ufficiale senza i nostri fantastici fan, nonostante la buona volontà e la disponibilità mostrata da parte di tutti per fare il possibile».

Marini: «rischiavamo lo 0-3 a tavolino»

Da parte sua, il presidente di Fc Rieti srl Gianluca Marini spiega che «nonostante la disponibilità reciproca delle parti, le prescrizioni tecniche sono risultate impraticabili per questioni temporali e di salvaguardia economica della società, imputabili esclusivamente allo stato in cui si trova attualmente lo stadio. Accettando di tentare di adeguare lo stadio in tempo per la gara di domenica, ci sarebbe stato il fortissimo rischio di non riuscire ad ottemperare a tutte le prescrizioni richieste andando incontro alla sconfitta a tavolino esponendo la società a notevoli rischi derivanti dalle richieste di eventuali risarcimenti danni».

Rispondi